Meteo

Previsioni meteo a Pisa: temperature in picchiata

Nebbie al primo mattino, poi cielo sereno. Nei prossimi giorni in arrivo una massa d'aria fredda

Ecco le previsioni offerte da Rete Meteo Amatori per martedì 27 dicembre:

ITALIA. Al nord cielo in prevalenza sereno ma con formazioni nebbiose al primo mattino e nottetempo lungo il corso del Po e sulla Pianura Veneta. Nubi basse e compatte al primo mattino su Toscana e Sardegna, in successivo dissolvimento. Bel tempo altrove con cielo in prevalenza sereno a parte temporanei annuvolamenti nel corso della mattinata sulle Marche in trasferimento nel pomeriggio-sera all’Abruzzo dove non si escludono locali piovaschi. Cielo sereno sulla Sicilia ed estese velature in transito sulle regioni peninsulari meridionali al primo mattino. Seguirà un moderato aumento della copertura nuvolosa specie su tutto il settore costiero tirrenico, Molise e Puglia. Su queste ultime due sono attese deboli piogge nel corso del pomeriggio in estensione serale al settore ionico della Calabria ed a quello tirrenico della Sicilia.

PISA. Cielo nebbioso al primo mattino con maggiori rasserenamenti in giornata.

TENDENZA METEO: Una massa d’aria fredda si spingerà verso la penisola Scandinava spinta dalle correnti Atlantiche e una volta raggiunto il continente subirà una deviazione a causa dello sbarramento indotto da una figura anticiclonica presente sull’Europa centro-occidentale e si riverserà sui Balcani. A livello della nostra penisola questa massa fredda andrà a interessare principalmente il centro-sud con un approfondimento di un centro di bassa pressione che tra giovedì 29 e venerdì 30 dicembre si posizionerà sull’Egeo. In poche ore avverrà una brusca caduta delle temperature, dove valori  si porteranno al di sotto della media tipica, fin di 10 gradi. Considerando che i valori attuali risultano mediamente sopra i 5 gradi sopra la media, in 36 ore subiremo un crollo di oltre 15 gradi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Previsioni meteo a Pisa: temperature in picchiata

PisaToday è in caricamento