Come si guida nella nebbia: i consigli per affrontare un banco improvviso

Stare al volante per molto tempo in mezzo alla nebbia è stancante. I banchi lattiginosi mettono a dura prova riflessi e attenzione

La nebbia rappresenta una delle maggiori insidie della strada ed è la concausa, ogni anno, di numerosi incidenti. C’è nebbia e nebbia. Una cosa è un banco da attraversare con la vostra auto per un breve tratto, altra cosa viaggiare per qualche ora, nella nebbia fitta, magari di notte.

Sono situazioni che sarebbe meglio evitare, ma non sempre tutto è evitabile e prevedibile. Ci si può trovare in mezzo inaspettatamente. Se improvvisamente, mentre state guidando, vi trovate davanti ad un banco di nebbia, bisogna innanzitutto attivare i fari antinebbia, ma dovete soprattutto aumentare la vostra attenzione e concentrazione, eliminando ogni possibile fonte di distrazione.

L’importante è attivare una risposta rapida alla nuova situazione. I primi momenti sono i più importanti perché bisogna subito moderare la velocità rapportandola alle condizioni di visibilità ed attivando una corretta distanza di sicurezza.

Il banco inaspettato, soprattutto di notte, può capitare facilmente anche nella bella stagione arrivando nelle vicinanze di un fiume o su un colle.

Guidare per qualche ora nella nebbia fitta, di notte, è qualcosa di molto più impegnativo. La visibilità si può ridurre a qualche metro, i cartelli stradali sono quasi invisibili. Bisogna mantenere la massima attenzione, costantemente, per molto tempo.

Normalmente, se la vostra non è l’unica vettura in circolazione, si forma una lunga coda, che si muove lentamente. Il primo della fila o l’autista solitario, ha davanti il muro di nebbia, che dovrà penetrare lentamente, con la massima attenzione, aiutandosi magari dalla vista delle strisce della strada: una fatica immane. Ma anche chi segue dovrà fare molta attenzione.

Ecco alcuni consigli:

  •  limitare la velocità;
  •  non avere fretta, l’importante è arrivare;
  • non sorpassare se non è indispensabile;
  • evitare ogni fonte di distrazione;
  • non distrarsi;
  • mantenere una distanza di sicurezza adeguata alla visibilità;
  • aiutarsi con le strisce della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento