rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Auto e moto

Patente internazionale: come e dove richiederla

Cosa fare e dove andare per ottenere il permesso internazionale di guida: ecco una serie di consigli utili per non farsi trovare impreparati

Se si sta pianificando un viaggio all'estero, potrebbe essere necessario dover guidare un'automobile per spostarsi. In questo caso è bene sapere che la patente italiana di guida è valida anche in tutti i paesi esteri appartenenti all'UnioneEuropea e, in generale, in tutti gli stati europei ad eccezione della Russia. Lo stesso vale anche per i cittadini comunitari che desiderano guidare in Italia. Se invece si vuole guidare in paesi extracomunitari, è necessario richiedere il Permesso Internazionale di Guida, detto anche comunemente patente internazionale o eseguire una traduzione giurata della propria patente nella lingua del paese di destinazione, come indica l'art 137 del codice della strada.

1. Patente internazionale: due diversi modelli

Il primo elemento da tenere in considerazione per la richiesta della patente internazionale è il Paese in cui si vuole guidare. Esistono infatti due distinti modelli di patente internazionale, il modello "Convenzione di Ginevra 1949", che ha validità di 1 anno e il modello "Convenzione di Vienna 1968", che ha validità di 3 anni.
Per richiedere uno di questi modelli è, ovviamente, necessario avere la patente di guida italiana. Inoltre è opportuno ricordare che la durata di entrambi i modelli rientra sempre nei limiti di validità della patente italiana posseduta, che va portata con sé anche quando si viaggia all'estero.

Alcuni Paesi accettano entrambi i modelli, altri solo uno dei due. Per conoscere, quindi, il tipo di documento da richiedere è sempre consigliabile contattare le autorità consolari del Paese che si intende visitare o consultare il sito web www.viaggiaresicuri.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patente internazionale: come e dove richiederla

PisaToday è in caricamento