Parabrezza rotto: conviene ripararlo o sostituirlo?

Quando sul parabrezza dell'auto compare una crepa, la scelta da fare è duplice: ripararlo o sostituirlo? Ecco i nostri consigli

Immagine d'archivio

Il parabrezza, ovvero il grande vetro anteriore dell'auto, può essere soggetto a vari tipi di danni come scheggiature, crepe e vere e proprie rotture causate ad esempio dall'impatto con piccoli sassolini proiettati dai veicoli che ci precedono. Il parabrezza può, inoltre, danneggiarsi anche quando viene in contatto con l'acqua bollente utilizzata per scongelare il vetro d’inverno.

1. Cosa fare se il parabrezza è danneggiato?

Se troviamo il nostro vetro scheggiato è sempre bene intervenire il prima possibile portando l'auto in un centro specializzato o presso il nostro carrozziere di fiducia; una piccola crepa può infatti ingrandirsi rendendo necessario sostituire tutto il vetro. E’ importante non sottovalutare il danno, un vetro indebolito potrebbe infatti rompersi in qualsiasi momento, specialmente se esposto a sbalzi termici o a temperature estremamente rigide.
Ricordiamo, inoltre, che con un parabrezza rotto si rischia una multa che può arrivare a oltre 300 euro, in base all’articolo 79 del Cds (efficienza dei veicoli a motore); inoltre il veicolo potrebbe non superare la revisione biennale a causa della possibile limitazione della visuale del guidatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento