Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Imu, il sindaco Filippeschi: "La Service Tax rilancia il federalismo fiscale"

Dopo l'abolizione della tassa sulla casa, annunciata dal Governo Letta, il primo cittadino pisano e presidente nazionale di Legautonomie sottolinea l'importanza di intraprendere la strada della ripresa: "I Comuni soffrono incertezze"

"La scelta sull'Imu è uno sbocco positivo e, insieme, una nuova sfida, decisiva per i Comuni e per ritrovare equilibri finanziari accettabili per le autonomie locali": così Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa, commenta l'annuncio fatto dal Governo sull'Imu. "Ora si deve imboccare con decisione la strada della riforma istituzionale - aggiunge - per cambiare il Parlamento con l'istituzione della camera federalista rappresentativa delle Regioni e dei Comuni, rispondendo positivamente all'esortazione del presidente Napolitano e agli impegni assunti dalle forze politiche. E si deve riprendere il cammino di revisione organica della Carta delle Autonomie".

"I Comuni - spiega Filippeschi - versano in difficoltà davvero gravissime e soffrono incertezze inaccettabili. E' importante che la nostra richiesta di una copertura del gettito 2013 sia stata accolta. Ora deve essere soddisfatta concretamente. L'istituzione della service tax è un'occasione per riprendere la strada interrotta del federalismo fiscale e della responsabilità dei governi locali, ma ciò significa affermare una visione opposta rispetto a quella praticata dai governi negli ultimi anni. Si deve investire selettivamente e con rigore sulla capacità dei Comuni di affrontare una parte del disagio sociale e di generare nuove economie per la crescita" conclude.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu, il sindaco Filippeschi: "La Service Tax rilancia il federalismo fiscale"

PisaToday è in caricamento