Emergenza Coronavirus e crisi economica, Veronese (Patto civico): "Aggiornare il programma di mandato"

La proposta del consigliere comunale per far fronte alle conseguenze della pandemia che inevitabilmente avrà ripercussioni anche sul tessuto economico pisano

Proposta del consigliere comunale di Patto Civico, Antonio Veronese. “Non sappiamo quando usciremo dalla pandemia - così scrive il  consigliere comunale, Veronese -  ma soprattutto nessuno sa come ripartiremo. La cosa certa è che avremo davanti una situazione completamente diversa da quella di oggi e che non basterà mettere indietro le lancette dell’orologio. Per queste ragioni abbiamo bisogno di dotarci di una visione strategica per il futuro del nostro territorio, che sappia risolvere i problemi del breve periodo, ma allo stesso tempo sia in grado di ridefinire e ripensare lo sviluppo della città. Alcuni settori della nostra economia stanno pagando il prezzo più alto e non sappiamo dire oggi se avranno una prospettiva nel prossimo futuro. Altri si salveranno, ma con numeri ben diversi da quelli attuali, sia per fatturato che per numero di lavoratori impiegati. Per queste ragioni abbiamo bisogno che la politica sappia prendere in mano la situazione e, oltre ad assistere coloro che sono in difficoltà, affinché nessuno rimanga indietro, sappia tracciare la strada per costruire il nostro futuro. Occorre che il sindaco Michele Conti - prosegue Veronese - abbia la capacità di coinvolgere tutte le realtà, economiche, professionali, le università, i vari centri di eccellenza  presenti in città, le amministrazioni pubbliche dell’area pisana, ed insieme ridisegnare il nostro territorio. E’ opportuno avviare questo confronto quanto prima, per poi tradurlo in atti amministrativi a partire dal nuovo piano strutturale che dovrà essere adottato. L’alternativa è quella di fare finta niente e gestire questa fase come ordinaria amministrazione o, peggio ancora, che presto finirà e che tutto ritornerà come prima: quindi approntare qualche intervento per le maggiori criticità, finché ci saranno o arriveranno le risorse e poi tutto si risolverà. Purtroppo o per fortuna, dipende dai punti di vista, niente sarà come prima!".

"Per questo io propongo che appena concluso il confronto con tutte le realtà dell’Area Pisana sul futuro del nostro territorio - sottolinea il consigliere Veronese - il Consiglio comunale proceda ad un aggiornamento del programma di mandato per ridefinire programmi ed obiettivi dell’amministrazione e soprattutto la distribuzione delle risorse dei prossimi esercizi di bilancio. Non è pensabile che il Comune di Pisa proceda con la realizzazione del programma elettorale di due anni fa, in un mondo completamente stravolto. Solo le realtà che sapranno ripensarsi e riorganizzarsi - conclude Veronese - saranno in grado di  cogliere per primi le nuove opportunità e consolidare le proprie vocazioni. La concorrenza sarà spietata e il compito della politica è quello di saper guidare questo nuovo percorso, con l’obiettivo di garantire un futuro al nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Sciopero in sanità, scuola e trasporti il 25 novembre: orari e modalità

Torna su
PisaToday è in caricamento