Politica

Aggressione con il letame a Rossi: reazioni e solidarietà

Condanna unanime da parte del mondo politico e di tanti cittadini del gesto compiuto dall'allevatore nei confronti del presidente della Regione Toscana

L'aggressione subìta dal governatore della Toscana Enrico Rossi ha molto colpito l'opinione pubblica e numerose sono state le dichiarazioni di solidarietà giunte al politico Pd, da rappresentanti ed istituzioni, ma anche molto cittadini.

Il profilo Facebook di Rossi, sempre molto attivo sul social, ha ricevuto decine di attestati di stima. Lo stesso governatore non ha mancato di rispondere di spirito sotto al post in cui annunciava l'accaduto. Ad un utente che ha definito il fatto "un gesto da condannare e un 'segnale' da ascoltare", Rossi ha risposto con un "anche da annusare...", per poi ribadire a più riprese che in fondo "il letame porta bene".

Dopo gli esponenti del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo e Alessandra Nardini arrivano anche le parole del presidente del Consiglio Comunale di Pisa Ranieri Del Torto: "Solidarietà al Presidente Rossi vittima dell'imbarbarimento dello scontro politico che ormai non tiene più conto del rispetto delle persone ma, cosa ancora più grave, del rispetto dovuto alle Istituzioni che tutti ci rappresentano".

Il sindaco Filippeschi: "Tutta la mia solidarietà e tutto l'affetto al presidente Enrico Rossi per l'indegna aggressione che ha subito. Un episodio grave, che colpisce tutta la nostra comunità, senza distinzioni di parte. Enrico è un amministratore che in ogni caso è disponibile al confronto, portatore di una lunga e bella esperienza di contatto costante con i cittadini. A lui si deve rispetto, non solo per il suo incarico elettivo. Il venir meno delle regole fondamentali della convivenza e della tolleranza deve far riflettere e indurre tutti a moderare i toni di ogni confronto e a seminare rispetto e capacità di ascolto degli altri".

Vicinanza espressa dalla Cgil Toscana. La segretaria Angelini: "Quanto accaduto ieri sera è un episodio grave e inaccettabile, si possono avere idee ed opinioni diverse, ma non deve mai mancare il rispetto. Stupisce quanto la violenza possa esplodere in ogni momento e in ogni contesto della nostra società, in questi tempi difficili è compito di chi ama la democrazia, la solidarietà e il rispetto difendere i nostri valori più profondi". Così anche la segretaria di Firenze Galgani: "E' inaccettabile esprimere il dissenso con gesti violenti e offensivi. Oltre che a Rossi, la nostra solidarietà va al senso civico del rispetto ferito da un imbarbarimento che ormai dilaga. La Cgil difenderà sempre il diritto di dissentire e il dovere di farlo democraticamente e pacificamente".

Sulla stessa linea la solidarietà espressa dai sindaci del territorio. Giulia Deidda, Santa Croce: "Esprimo la mia più ferma condanna per un gesto che è riduttivo definire incivile. Sono tempi veramente tristi se si perde l'occasione per dimostrare dissenso utilizzando le forme della civiltà e della democrazia. A Enrico Rossi va la mia vicinanza e solidarietà. Lo ringraziamo per avere, comunque, partecipato al dibattito programmato e avere dimostrato con i fatti che le forme democratiche sono, alla fine, quelle vincenti!". Gabriele Toti, Castelfranco: "Bruttissimo gesto da condannare e basta. Una offesa al presidente della Regione e ai tanti volontari delle feste del Pd. Che tristezza!".

Vittorio Gabbanini, San Miniato: "Solidarietà mia e dell'Amministrazione Comunale di San Miniato nei confronti del presidente Enrico Rossi.. Un gesto ignobile, che manifesta una enorme intolleranza e che condanniamo non senza preoccupazione perché un simile atto brutale si è verificato all'interno di un momento che sarebbe dovuto essere di confronto e dibattito con i cittadini".

Anche la sindaco di Cascina della Lega Nord Susanna Ceccardi: "Solidarietà ad Enrico Rossi, aggredito da un macellaio del Pd arrabbiato per le limitazioni imposte dalla regione per la macellazione islamica halal. Il metodo islamico di macellazione è pura ferocia: dopo questo gesto è ancora più importante non retrocedere di fronte alle rivendicazioni di chi aggiunge violenza alla violenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione con il letame a Rossi: reazioni e solidarietà

PisaToday è in caricamento