Ammortizzatori crisi Covid-19, Pieroni: "La Regione ha velocizzato, lo faccia anche lo Stato"

Il consigliere regionale denuncia i ritardi degli interventi del Governo sulle misure di sostegno

"Sburocratizzare e semplificare è ciò che chiedono i cittadini in questo tempo di crisi che stiamo vivendo". E' quanto afferma il consigliere regionale Andrea Pieroni sulla situazione della 'fase 2' del Coronavirus. "In questo momento di contrazione economica occorre essere rapidi e immediati, invece stiamo registrando testimonianze su difficoltà e lentezze per le imprese nell’accesso alle risorse del Governo con il decreto liquidità da circa 400 miliardi di euro".

"Problemi in questo senso - denuncia Pieroni - anche per i dipendenti per accedere alle indennità della cassa integrazione in deroga per la quale, tra l’altro, la Regione Toscana ha aggiunto 60 milioni in più a quelli dello Stato (e anticipato la cassa integrazione senza alcuna spesa per i lavoratori) e problemi per le partite iva rispetto al bonus da 600 euro. Difficoltà e lentezze invece di semplicità e velocità. Questo genere di problemi sono l’altro virus verso il quale dobbiamo combattere tutti insieme e su questo ha fatto bene in presidente della Regione Enrico Rossi a richiamare il Governo ad un impegno forte, anche per non vanificare il prezioso lavoro fatto in queste settimane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento