Anticorruzione: "Emesso il primo provvedimento nei confronti dell'amministrazione calcesana"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

“L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha emesso il primo provvedimento nei confronti dell’amministrazione calcesana, a seguito della nostra segnalazione” spiega Serena Sbrana, capogruppo di Uniti per Calci. “A fine 2019 noi presentammo un’interrogazione, di ben 11 pagine, per chiedere spiegazioni sul mancato aggiornamento della sezione Amministrazione trasparente nel sito del Comune e sull’omessa presentazione del piano triennale anticorruzione per gli anni 2017, 2018, 2019. Allora il Comune rispose che effettivamente il piano anticorruzione non era stato approvato dalla Giunta, ammettendo la violazione delle norme sulla trasparenza. Contemporaneamente inviammo l’interrogazione anche all’autorità nazionale anticorruzione”.

Subito dopo il Comune si attivò, tamponando in parte la situazione, per adeguarsi alla legge; ciò dimostrò che il problema non era quello che aveva sostenuto l’amministrazione, ovvero la carenza di personale che potesse occuparsi di rispettare la norme nazionali.

Arriva ora la comunicazione della chiusura del procedimento dell’autorità nazionale anticorruzione, la quale, accertate la violazioni, ha invitato il Comune ad aggiornare costantemente la sezione relativa all’amministrazione trasparente e i dati della sotto-sezione Controlli e rilievi.

“Rimane adesso da concludere il procedimento, nato sempre a seguito di nostra segnalazione, relativo alla mancata adozione, da parte della Giunta, del piano triennale anticorruzione. Dagli uffici dell’ANAC ci hanno comunicato di aver già chiesto informazioni dettagliate al Comune.

Siamo soddisfatti che l’ANAC abbia verificato e riscontrato quanto avevamo denunciato, soprattutto perché lo scopo delle norme anticorruzione è quello di rendere trasparente, e quindi accessibile ai cittadini, l’attività del Comune.

La maggioranza di sinistra ama denigrare ogni nostro impegno, teso invece alla legalità e a fornire al cittadino un'immagine concreta di come stanno le cose a Calci. Di fatto le nostre perplessità su parecchie mancanze amministrative vengono confermate, come in questo caso, da organi nazionali autorevoli. La nostra franchezza, unita a progetti di politica reale e mirata, ci sta sempre più avvicinando quella parte d’elettorato che non ha inizialmente creduto in noi, preferendo il programma della sinistra, forse bello da leggere, ma nei fatti inconsistente e contraddittorio, privo di obiettivi che portassero a una vera svolta per la Val Graziosa. I cittadini si rendono ormai conto che un programma del genere, in taluni casi, è persino capace di danneggiare le generazioni future”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento