Politica

Consiglio Comunale: approvata la variazione al bilancio 2017

Vota compatta la maggioranza, 17 favorevoli e 8 contrari. Respinti tutti gli emendamenti delle opposizioni

Dopo un lunghissimo dibattito, con il Consiglio Comunale che dalla convocazione delle 9.30 di mattina si è concluso poco dopo le 22, i consiglieri hanno approvato la delibera relativa alla 'Salvaguardia  degli equilibri di Bilancio', cioè la variante presentata nei giorni scorsi dal sindaco Filippeschi e l'assessore Serfogli. Favorevoli 17 consiglieri comunali, contrari in 8. Maggioranza composta da PD, 'In lista per Pisa', I Riformisti e Art.1-Mdp compatta.

Hanno quindi votato a favore i consiglieri comunali Francesco Pierotti (Pd), Maria Antonietta Scognamiglio (Pd), Alessandra Mazziotti (Pd), Odorico Di Stefano (I Riformisti), Juri Dell'Omodarme (Art.1-Mdp), Veronica Fichi (Art.1-Mdp), Maria Chiara De Neri (Pd), Nicola Pisani (Pd), Vladimiro Basta (Pd), Lisa Cioncolini (Pd), Sandro Gallo (Pd), Giuseppe Ventura (in lista per Pisa), Rita Mariotti (in lista per Pisa), Patrizia Bongiovanni (Pd), Ferdinando De Negri (Pd), il presidente del Consiglio Comunale Ranieri Del Torto (Pd) e il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi (Pd).

Contrari, invece, Simonetta Ghezzani  (Si), Ciccio Auletta (Ucic-Prc), Elisabetta Zuccaro (M5S), Gianfranco Mannini (M5S), Raffaele Latrofa (Pisa nel cuore), Maurizio Nerini (Nap-Fdi-An) e Filippo Bedini (Nap-Fdi-An).  

Il sindaco Filippeschi: "9 milioni nel triennio, grazie alla variazione di bilancio approvata ieri in Consiglio Regionale, arriveranno a Pisa per i progetti della Cittadella Galileiana, per il Polo Museale storico presso l’Orto botanico e per il consolidamento della Sapienza. Di questi 2,5 milioni di euro quest’anno. E si aggiungono 100mila euro destinati al Mibact per la valorizzazione del teatro Rossi. Sono una parte delle risorse che derivano dalla vendita delle azioni SAT della Regione e che la stessa aveva promesso di reinvestire sul nostro territorio. Sono progetti importanti per la città e per lo sviluppo economico, soprattutto in chiave scientifico, culturale, turistico e di ricerca. Adesso possiamo partire con il bando per la realizzazione del museo di Galileo presso gli ex Macelli, creando un polo che metterà insieme divulgazione, impresa innovativa e cultura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale: approvata la variazione al bilancio 2017

PisaToday è in caricamento