Politica

Sinistra Civica ed Ecologista: "Necessario proseguire con questa esperienza"

La forza politica si è riunita in assemblea alla Leopolda: "Disperdere il senso e la mobilitazione che si sono realizzati sarebbe un nuovo, grande, errore per la sinistra in Toscana"

Si è tenuta giovedì 8 ottobre alla Leopolda l'assemblea dei sostenitori e dei candidati della lista Sinistra Civica Ecologista della circoscrizione di Pisa. "Nel dibattito - scrive in una nota la forza politica - oltre ad una riflessione sui risultati elettorali è stato discusso di come portare avanti una esperienza politica che nel nostro territorio ha ottenuto un indiscutibile successo elettorale. Da parte di tutti gli interventi è stato espresso apprezzamento per il lavoro fatto dalla lista e, soprattutto, dai candidati come dimostra l'alto numero di preferenze raccolto, e in particolare i consensi personali conquistati dal capolista Paolo Malacarne. Una valutazione positiva è stata fatta anche sull'annuncio del Presidente Giani di voler riconoscere il ruolo importante svolto dalla nostra lista nella battaglia elettorale, con le priorità programmatiche che proponiamo in tema di diritto alla salute, di conversione ecologica e di politiche sociali, attraverso la nomina di un assessore nella giunta regionale proposto dalla lista Sinistra Civica Ecologista".

La discussione si è poi concentrata sull'esigenza di mantenere in vita e dare continuità alla lista "sul piano regionale e locale guardando alle prossime scadenze elettorali amministrative come punto di sviluppo di una presenza organizzata. Disperdere il senso e la mobilitazione che si sono realizzati attorno al simbolo sarebbe un nuovo, grande, errore per la sinistra in Toscana. In questo senso è importante la convocazione per il 24 ottobre a Firenze dell'assemblea di tutti i candidati insieme ai coordinamenti territoriali, proprio per dare seguito al percorso di strutturazione dell'esperienza di Sinistra Civica Ecologista". Per quanto riguarda la realtà pisana è stata condivisa l'idea di dare vita ad un coordinamento più ampio e di sviluppare iniziative tematiche "volte a valorizzare in modo largo il contributo e le competenze di tante persone che sostengono questo progetto, a partire dai candidati". 

Infine l'assemblea, in cui è stato ricordata la figura di Paolo Lorenzi, ha approvato due mozioni di solidarietà. La prima verso l'Associazione Casa della Città Leopolda, "osteggiata immotivatamente dall'Amministrazione Comunale, con argomenti che ignorano volutamente le difficoltà oggettive prodotte dalle restrizioni del Covid-19 anche per le attività culturali e associative, oltre che a quelle commerciali". La seconda "verso i giornalisti e i lavoratori de Il Tirreno, che stanno vivendo una fase di forte incertezza legata alla vendita del giornale, peraltro senza una minima conoscenza dei termini della trattativa e soprattutto delle prospettive sul futuro del giornale. A ciò si aggiunge la preoccupazione per il rischio di un restringimento degli spazi di informazione, generali e locali, e di una ulteriore spinta verso fenomeni di concentrazione monopolistica nell'informazione di prima fascia del Paese, ovvero quella di carattere di carattere nazionale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinistra Civica ed Ecologista: "Necessario proseguire con questa esperienza"

PisaToday è in caricamento