Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Astensione sul voto per la commissione contro il razzismo: "Il centrodestra pisano protesti"

Il segretario provinciale Pd Sonetti invita i rappresentanti locali di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia a non condividere la scelta fatta dai rispettivi partiti in Senato

Arrivano anche a Pisa le polemiche nazionali che hanno coinvolto il centrodestra, a seguito dell'astensione di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia sull'istituzione della commissione per il contrasto del razzismo. In una nota il segretario provinciale del Pd Massimiliano Sonetti ha invitato gli esponenti locali di questi partiti a non condividere il comportamento dei rispettivi rappresentanti in Senato. "Giunga dagli esponenti locali di centrodestra della nostra provincia, dal territorio, una severa riflessione e una protesta per quanto accaduto l'altro giorno a Roma. I senatori di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia si sono astenuti sulla mozione presentata dalla senatrice a vita Liliana Segrè, per l'istituzione di una Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza. Sono convinto che si tratti di un voto sbagliato dei senatori nazionali dettato da ragioni gravissime, non concordato o discusso con i loro elettori e nei collegi elettorali che li hanno eletti. Voglio credere che sul territorio esponenti storici della destra e del centrodestra non condividano affatto questa linea".

"Li invito a condannare pubblicamente, con coraggio, questa scelta - scrive Sonetti - la nostra città ha visto ricordare, nei mesi scorsi, la vergogna della firma delle leggi razziali avvenuta a San Rossore, da parte dell'allora monarca. In questa occasione, come in altre, gli esponenti del centrodestra, hanno condannato senza se e senza ma l'antisemitismo e l'intolleranza. E' debole la giustificazione addotta di un rischio di creare un istituto censorio. Non si stava votando una legge ma una commissione parlamentare che ha una ben specifica funzione di verifica. Ritengo anche che Salvini, Meloni e Berlusconi abbiano perso una occasione di ascoltare e onorare Liliana Segrè, superstite dei campi di sterminio e persona di grande spessore culturale e morale. Il voto della destra in Senato è stata proprio una brutta pagina della politica italiana che, mi auguro, venga superata con un ripensamento stimolato dagli esponenti territoriali di quelle forze politiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Astensione sul voto per la commissione contro il razzismo: "Il centrodestra pisano protesti"

PisaToday è in caricamento