Bando a sostegno delle associazioni per gli affitti: "Dopo 6 mesi mancano ancora i soldi"

Minoranze all'attacco sul settore cultura, con Diritti in Comune, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle che chiedono le dimissioni dell'assessore Magnani

Le minoranze consiliari, composte da Diritti in Comune, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, chiedono conto all'amministrazione dei bando a sostegno delle associazioni per gli affitti, "misura annunciata ufficialmente lo scorso 12 giugno; sono passati sei mesi e questo bando non è mai stato pubblicato. Anzi, a seguito di una interpellanza presentata da Diritti in Comune in Terza Commissione consiliare permanente, è emerso che i soldi ad oggi non sono neppure stati stanziati, non essendo stato fatto l'impegno di spesa".

Attaccano quindi i gruppi: "Ecco le risposte che la giunta Conti dà per sostenere il comparto della cultura nella nostra città. Si tratta di appena 50mila euro, una cifra assolutamente insufficiente come abbiamo denunciato a più riprese, che però non viene neanche messa a disposizione dopo mesi e mesi di annunci di fronte ad un'emergenza sempre più pesante per questo comparto. Ancor più grave è che si pensa ora di reperire queste risorse dalle economie fatte con il contest video, quindi siamo davanti ad una ulteriore riduzione delle risorse annunciate per rispondere alla emergenza".

"La cultura è uno dei settori attraverso cui la città dovrebbe ripartire e invece, nonostante la candidatura 'da propaganda' di Pisa a capitale della cultura, non ci sono investimenti e non ci sono risorse. Ad oggi - insistono - non è neanche stato pubblicato il bando ordinario per sostenere le attività delle associazioni culturali che addirittura in un primo momento era stato cancellato e, solo dopo le nostre pressioni e quelle degli operatori del settore, pare sarà di nuovo bandito seppur con risorse ridotte. La certezza e la tempistica per i contributi sono fondamentali: siamo davanti, invece, a ritardi e inadeguatezze inaccettabili, per di più alimentando false aspettative a chi oggi è fortemente in difficoltà".

"L'assessore Magnani dovrebbe dimettersi immediatamente - è l'ultimo affondo - in quanto assolutamente inadeguato a ricoprire qualsiasi ruolo pubblico come dimostrato a più riprese. Inaccettabile poi è la politica costante dell'assessore di scaricare sugli uffici e il personale responsabilità che sono tutte sue e della giunta di cui fa parte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento