rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica

Provincia, approvato il bilancio di previsione: "Le scelte dolorose non sono mancate"

Oltre 22 milioni di euro è la cifra che quest'anno mancherà al bilancio provinciale. Il presidente Pieroni rivendica il ruolo strategico della Provincia in settori come la viabilità e le opere di difesa del suolo

“In assenza di qualsiasi discussione compiuta di riforma istituzionale complessiva dello Stato, con il coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali, Regioni, Province e Comuni, assisto sbigottito alle recenti discussioni sulla 'spartizione' futura delle funzioni delle Province. Appare più un voler mettere le mani nella marmellata, ma senza rendersi conto che, nel barattolo, ormai ne è rimasta ben poca!”.

In occasione dell’approvazione del Bilancio di previsione 2013 della Provincia di Pisa, il presidente Andrea Pieroni rivendica il ruolo e l’impegno dell’Ente sui temi della difesa del suolo, viabilità, scuola e lavoro, ma non nasconde le difficoltà di una fase transitoria per le Province, in cui l’unica certezza è “il fardello più pesante che ci è stato dato nella riduzione del debito complessivo dello Stato”.

 “L’enorme cifra che quest’anno mancherà al Bilancio ammonta a ben 22.597.000 euro - spiega il presidente Andrea Pieroni - in particolare, nelle entrate tributarie, che rappresentano l’autonomia finanziaria dell’ente, pesa l’effetto dell’azzeramento dei trasferimenti da parte dello Stato, con il paradosso che il decreto legge n°35/2013 ha determinato l’obbligo per la Provincia di restituire allo Stato ben 2.182.000 euro. E questo mentre l’Ente vede pendente un decreto ingiuntivo verso il Ministro dell’Interno e dell’Economia e Finanze per mancati trasferimenti tra il 2000 e il 2006 per una somma complessiva di 11.098.000 euro”.

“Il Bilancio 2013 della Provincia è quindi simile a quello di molte famiglie, in cui la riduzione delle entrate e il crescente costo della vita costringono a limitare tutte le spese, spesso anche quelle necessarie - aggiunge Pieroni - così i sacrifici e le scelte dolorose non sono mancante, ma per il nostro Ente non sono venute meno le priorità di spesa per la scuola, la viabilità, la difesa del suolo e le politiche del lavoro, unite ad un programma di investimenti complessivo da 94 milioni di euro”.

Secondo lo stesso Pieroni, il ruolo della Provincia è più che mai decisivo in settori strategici come la viabilità e le opere di difesa del suolo: nel 2013 sono stati stanziati oltre 28 milioni di euro per opere alla rete viaria provinciale e regionale, e per le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Sfiorano i 60 milioni di euro i fondi, messi a disposizione da Regione e Stato, destinati ad interventi su Scolmatore, fiume Serchio, costa di Marina di Pisa e per la messa in sicurezza di numerosi corsi d’acqua del territorio.

Riduzioni di spesa

Sul fronte delle riduzioni di spesa la voce personale è scesa da 21.017.000 euro del 2012 (erano 22.312.000 nel 2010) a 19.440.000 euro previsti nel 2013, con una diminuzione del numero dei dipendenti, passati dai 556 del 2009 agli attuali 502. Le spese di servizio sono calate da 6.363.514 euro (2012) a 4.198.341 euro (2013), con una contrazione rispetto alla media delle spese dell’ultimo triennio del  54,5%. Anche le spese generali sono state ridotte significativamente, da 5.495.000 euro a 4.948.000 euro.

Inoltre, il ricorso all’indebitamento per nuovi investimenti è stato azzerato da diversi anni con l’obiettivo di ridurre il debito complessivo, pur assicurando comunque investimenti rilevanti e prioritari con altre modalità di finanziamento. Anche nel 2013 proseguiranno le operazioni di estinzioni anticipate e di rimborso dei prestiti, consentendo di giungere alla fine del 2013 ad una riduzione complessiva dell’indebitamento rispetto al 2012 di di ulteriori 15 milioni di euro.

Recupero multe, alienazioni e cessioni quote

Sul fronte delle entrate La Provincia ha inserito in Bilancio 3,1 milioni di euro di disponibilità conseguenti il recupero dei ruoli di riscossione coattiva generati a seguito del mancato pagamento delle sanzioni per le violazioni al codice della strada accertate con autovelox. Per quanto concerne le alienazioni da beni patrimoniali, la Provincia ha iscritto in Bilancio la cifra di 4,4 milioni di euro (in gran parte costituita dalla cessione parziale dei terreni di Cisanello).

OPERE PUBBLICHE PRINCIPALI (2013)

Viabilità

- 4,5 milioni di euro per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità delle strade provinciali e regionali.
- 500.000 euro per la manutenzione straordinaria di ponti e barriere di ritenuta.
- 17 milioni di euro per la SRT n. 439 Variante centri abitati Cascine di Buti, Bientina/ adeguamento Calcinaia  - 1° Lotto.
- 2 milioni di euro per interventi di ripristino movimenti franosi lungo la SP n. 329 dle Passo di Bocca di Valle e la SP n. 27 di Montecastelli.
- 1,250 milioni di euro per SP n. 24 Arnaccio Calci: adeguamento strutturale Ponte sull’Arno.
- 550.000 euro per interventi di adeguamento dell’intersezione SRT n.439/SP n. 14 di Miemo in località La Sterza.

Difesa Suolo

- 20,6 milioni di euro per la deviazione dal fiume Serchio per integrazione apporti idrici lago di Massaciuccoli.
- 16.8 milioni di euro per adeguamento idrico Scolmatore d’Arno
- 5,58 milioni di euro per le opere a difesa della costa di Marina di Pisa (3° lotto).
- 5,5 milioni di euro per opere di miglioramento arginale del fiume Serchio .

Servizio scuola

-1,9 milioni di euro Ipsia e ITI Marconi – Pontedera: officine e laboratori polo tecnico professionale
- 1 milione di euro ITIS G. Marconi e Liceo XXV Aprile – Pontedera: sistemazione giunti e realizzazione cappotto in facciata.
- 1 milione di euro: sostituzione coperture in eternit con altre coperture con fotovoltaico internet.
- Manutenzioni straordinarie: 550.000 euro.
- 100.000 euro ITIS G. Marconi e Liceo XXV Aprile: trasformazione caldaie gasolio/gas: 1 milioni di euro.
- 400.000 euro per interventi adeguamento ITIS G. Marconi e Liceo XXV Aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, approvato il bilancio di previsione: "Le scelte dolorose non sono mancate"

PisaToday è in caricamento