Politica

Buscemi (Forza Italia): "Aeroporto e territorio pisani da tutelare"

L'esponente azzurro è intervenuto all'Assemblea dei Soci di Toscana Aeroporti, chiedendo un pisano alla guida della Società e formulando a Marco Carrai tre questi .

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Riccardo Buscemi di Forza Italia ha partecipato questa mattina (ieri 30/5 N.d.R.) a Firenze all’Assemblea ordinaria di Toscana Aeroporti convocata per l’approvazione del Bilancio e per l’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Presidente. Dopo la proposta di Corporacion America di confermare Marco Carrai alla guida di Toscana Aeroporti, Buscemi è intervenuto chiedendo di tutelare adeguatamente il territorio pisano e il suo aeroporto, parte integrante e trainante di TA, proponendo di eleggere come Presidente un pisano, suggerendo, qualora disponibile, Pier Francesco Pacini, il quale presente, pur ringraziando per la stima, non si è reso disponibile, obbligando Buscemi a ritirare la sua proposta. La circostanza ha comunque offerto l’occasione a Roberto Naldi di precisare che il territorio pisano sarà ampiamente tutelato anche con le successive nomine che il nuovo CdA farà nei prossimi giorni, scegliendo appunto tra autorevoli rappresentati pisani. Dopo gli adempimenti statutari, il Presidente Carrai ha risposto ai 3 quesiti che Buscemi aveva inviato qualche giorno fa per l’occasione dell’Assemblea. Al quesito “se per la Società rappresenta ancora un obbiettivo aziendale il collegamento ferroviario “veloce” tra Pisa e Firenze, con un tempo di percorrenza inferiore ai 40 minuti”, Carrai ha riconosciuto l’importanza per la Società di avere treni più veloci e più frequenti, coprendo anche le fasce orarie notturne con intenso traffico aereo. In tal senso la Società solleciterà tutti gli Enti coinvolti (Governo, Regione, Comune, RFI, Trenitalia, ENAC, ecc.). Riguardo poi al secondo quesito di Buscemi se “hanno fondamento le indiscrezioni giornalistiche secondo cui la Società vorrebbe realizzare un asse tra l’aeroporto di Bologna e quello di Firenze, a danno dell’aeroporto di Pisa?” Carrai ha risposto che non c’è nessuna azione a danno dello scalo pisano. All’ultimo quesito di Buscemi (“Malgrado l’avvenuta approvazione da tempo del Masterplan dell’aeroporto di Pisa, la realizzazione del nuovo progetto di ampliamento del terminal passeggeri dell’aeroporto Galileo Galilei non è ancora partita. Da parte della Società c’è qualche ripensamento?”) ha risposto l’Amministratore Delegato Gina Giani, per la quale non c’è nessun ripensamento, anzi siamo ormai alla “fase zero” di apertura del cantiere, a luglio si comincerà la “fase 1” della costruzione della nuova aerostazione come dal Masterplan approvato per l’obbiettivo di 8 milioni annui di passeggeri. “Le risposte date in Assemblea sono molto interessanti” ha commentato Buscemi a conclusione dei lavori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buscemi (Forza Italia): "Aeroporto e territorio pisani da tutelare"

PisaToday è in caricamento