Politica

Case popolari e finanziamento da 100 milioni: "La Regione manterrà l'impegno"

L'assessore regionale alle politiche abitative Vincenzo Ceccarelli risponde all'annuncio 5 Stelle dell'accordo saltato: "Allarmismo inutile, saranno finanziati tutti gli interventi"

Una passata protesta a Sant'Ermete

Dopo la denuncia del Movimento 5 Stelle regionale circa il mancato accordo con la Banca Europea per gli Investimenti per il mutuo per le case popolari, a rispondere è l'assessore alle politiche abitative Vincenzo Ceccarelli: "Da qualche mese stiamo lavorando, compresa la trattativa con Bei, per definire la migliore soluzione tecnica che possa consentire di finanziare la realizzazione del programma di edilizia residenziale pubblica in Toscana, a partire dagli interventi già avviati, fino a quelli comunque approvati. Mi sembra del tutto irresponsabile, in una fase non semplice e di fronte a quella che viene descritta spesso come una vera emergenza abitativa, fare allarmismo inutile, con il solo obiettivo di strumentalizzazione politica".

Non sarebbero quindi in pericolo gli interventi previsti, specie per Pisa e Sant'Ermete: "La Regione - conclude Ceccarelli - non ha da dire niente che non abbia già detto e soprattutto fatto. Abbiamo detto che saranno finanziati tutti gli interventi programmati e quello faremo, indipendentemente dalle polemiche pretestuose".

Resta però preoccupato il consigliere ed attuale capogruggo 5 Stelle Gianfranco Mannini: "La situazione sembra annullare quanto promesso e assicurato dall'assessora Zambito e dal direttore del'Apes Federici in occasione della audizione in 2° Commissione chiesta dal M5S sulla situazione abitativa di Sant'Emete. Promesse e assicurazioni che, ancora una volta vengono cancellate dalle notizie che arrivano dalla Regione in merito alla mancata stipula del mutuo di 100 milioni in previsione del quale l'assessore regionale Cecarelli aveva promesso di sboccare 3 milioni per consentire l'inizio degli interventi più urgenti su Sent'Ermete e Livorno, interventi che adesso potrebbero subire uno stop drammatico. A questo punto il M5S chiede al sindaco e l'assessora di pretendere dal Presidente che Rossi che, davanti a questa drammatica emergenza, trovi lo stesso importo in altre forme, iniziando col tagliare i fondi per le grandi opere. Sul tema il M5S presenterà un'interrogazione regionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari e finanziamento da 100 milioni: "La Regione manterrà l'impegno"

PisaToday è in caricamento