Politica

Case popolari: "Vuoti 171 appartamenti a Pisa, servono risorse straordinarie per recuperarli"

Il gruppo consiliare Diritti in Comune torna sul problema dell'emergenza abitativa

"Sono 171. E' questo il numero esorbitante degli alloggi popolari oggi lasciati vuoti, nel Comune di Pisa, perché necessitano di piccoli lavori di manutenzione. Il dato ufficiale è emerso durante l’audizione, avvenuta negli scorsi giorni in seconda commissione di Controllo e Garanzia, dell’amministratore unico di Apes, Paoletti. Si tratta di un vero e proprio scandalo, insopportabile alla luce della grave situazione abitativa nella nostra città, e di un bisogno sempre crescente di case per chi è in difficoltà economiche. Oggi chi ha diritto a una casa popolare si vede di fatto negato il proprio diritto dal Comune e da Apes, che non stanziano risorse adeguate per recuperare gli alloggi vuoti".

E' il gruppo consiliare Diritti in Comune che riaccende la questione dell'emergenza abitativa in città, che parla di "interventi insufficienti" sulla disponibilità di case popolari, problema che va avanti "da anni, prima con la giunta Filippeschi e oggi con la giunta Conti". Per questo "chiediamo investimenti per recuperare tutti gli alloggi popolari vuoti: il loro numero è andato crescendo nel tempo e anche la cifra di 171 è probabilmente sottostimata. Le risorse sono "scarse anche per le manutenzioni ordinarie delle case popolari, come dimostrano i tanti casi che periodicamente emergono di abitazioni invivibili, in condizioni davvero indecenti, da Cisanello a Sant’Ermete".

"Servono finanziamenti straordinari - conclude la lista - per recuperare gli alloggi vuoti e svolgere le manutenzioni ordinarie; ma occorre anche un grande piano per l’edilizia pubblica a livello locale e nazionale, recuperando il patrimonio immobiliare inutilizzato; ed è necessario intervenire sul mercato privato degli alloggi, per calmierare i prezzi degli affitti e adeguarli ai redditi. Da parte nostra, chiederemo subito un sopralluogo della Seconda commissione consiliare permanente nelle case di via di Padule e di via Matteucci, oggetto in questi giorni di una denuncia specifica dell’Unione inquilini, e nella prima variazione di bilancio proporremo di stanziare un milione di euro per il recupero di almeno la metà degli alloggi popolari oggi vuoti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari: "Vuoti 171 appartamenti a Pisa, servono risorse straordinarie per recuperarli"

PisaToday è in caricamento