Politica

Cavalcavia Sant'Ermete: Legambiente appoggia le richieste dei residenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Se avete provato a piedi o in bicicletta a passare sul cavalcavia da Sant’Ermete a La Cella, sapete il rischio che avete corso.  Su due strette corsie passano le auto e non c’è altro spazio: pedoni e bici non sono previsti. È allora ben comprensibile la protesta dei residenti di Sant’Ermete che vivono in un quartiere tagliato fuori  dal resto della città. Il blocco di un’ora del cavalcavia per alcuni giorni è il risultato di una lunga, e sinora inutile, attesa della soluzione del problema.

Legambiente Pisa condivide la richiesta di interventi strutturali e risolutivi con la realizzazione di un vero percorso ciclopedonale protetto: un intero quartiere non può continuare a essere penalizzato. Le soluzioni tecniche possono essere diverse, ma sono possibili e rispetterebbero le norme del Codice della Strada che impongono la realizzazione di piste ciclabili adiacenti alle strade esistenti in occasione delle opere di manutenzione straordinaria. L’intervento avrebbe un costo non trascurabile, ma molto inferiore a opere previste o auspicate quanto inutili per la mobilità cittadina.

Chiediamo all’Amministrazione Comunale di predisporre un progetto che consenta di partecipare ai bandi regionali e di considerare quest’opera tra le priorità della nostra città, procedendo così verso una rapida soluzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavalcavia Sant'Ermete: Legambiente appoggia le richieste dei residenti

PisaToday è in caricamento