Politica

Edifici a prova di sisma: il capogruppo Garzella chiede un censimento

L'esponente del Pdl solleva il problema anche nella città della Torre, dopo la tragedia che ha colpito l'Emilia: "Si provveda a mettere in sicurezza le scuole, poi gli altri edifici comunali"

Il terremoto dell'Emilia Romagna ha fatto puntare i riflettori sulla stabilità degli edifici italiani, la maggior parte dei quali non costruiti a prova di terremoto. Così il recente sisma, che ha colpito una zona non a rischio, ha sollevato il problema in tutto il Paese.

A Pisa è il capogruppo del Pdl in consiglio comunale Giovanni Garzella ad affrontare la questione, chiedendo, in 1ª Commissione, un censimento degli edifici comunali. "Gli eventi tragici di questi giorni impongono una dovuta riflessione degli amministratori locali ed essendo Pisa in zona sismica - sottolinea Garzella - si deve procedere ad un censimento per verificare la sicurezza degli edifici comunali partendo dalle scuole. Per questo chiedo che la Commissione proceda ad una ricognizione e l'amministrazione proceda prioritariamente a mettere in sicurezza le strutture scolastiche per poi intervenire sugli altri edifici. Si devono programmare interventi - conclude il capogruppo pidiellino - per arrivare ad una 'completa' sicurezza sismica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edifici a prova di sisma: il capogruppo Garzella chiede un censimento

PisaToday è in caricamento