Censurato question time sulla nomina "illegittima" di Ziello

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L'ordine di scuderia da parte della Lega è evitare che si affrontino e discutano pubblicamente, soprattutto in consiglio comunale, tutte le sconfitte che l'amministrazione Conti sta subendo in queste settimane.

E sulla base di questo diktat il Presidente del Consiglio comunale ha rifiutato l'iscrizione all'ordine del giorno della seduta di domani del question time presentato dal nostro gruppo consiliare: il tema era la nomina, da parte del sindaco Conti, dell'onorevole Ziello come suo consigliere speciale per la sicurezza, alla luce del parere della Prefettura, rilasciato lo scorso 6 ottobre, che definisce questa nomina non compatibile con le attuali normative degli enti locali.

La motivazione del diniego è un maldestro arrampicarsi sugli specchi: "non sussistono motivi di attualità e di urgenza". Non sarebbe attuale e urgente una parere della Prefettura, rappresentare sul territorio del Governo, su una nomina illegittima del sindaco su una materia delicata come la sicurezza?

È evidente la censura nei nostri confronti, per non mettere in difficoltà Conti e il suo operato, evitando un contraddittorio. Da mesi l'amministrazione prova a mettere sotto il tappeto i suoi disastri - dalla moschea, alla nomina di Bottai fino a quella di Ziello - ma in ogni occasione il tappeto lo abbiamo sollevato, rendendo pubbliche queste operazioni. E lo faremo anche su questa vicenda.


Infine denunciamo ancora una volta la condotta di che Gennai conferma la sua faziosità, venendo meno a quella funzione di garanzia che dovrebbe essere ricoperta da un Presidente del Consiglio comunale. Ma purtroppo anche questa non è una novità. 

Diritti in Comune (Una città in comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile)

Torna su
PisaToday è in caricamento