rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Politica

Centro di via Garibaldi: non c'è la copertura finanziaria per realizzare i lavori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Sulla ristrutturazione del centro di accoglienza di via Garibaldi, chiuso nel settembre del 2013, emergono nuovi e pesanti criticità grazie alla interpellanza che il nostro gruppo consiliare ha presentato in consiglio comunale. Infatti è emerso dalle dichiarazioni dell’assessore Capuzzi che è impossibile ad oggi fare la gara per avviare questi lavori, nonostante i ripetuti annunci, in quanto ad  oggi non esiste il progetto di ristrutturazione che ancora gli uffici comunali devono realizzare. A questo si aggiunge che le preoccupazioni da noi ripetutamente sollevate nell’ultimo anno in merito alla copertura finanziaria dei lavori erano assolutamente fondate. Rispetto ai circa  538.484 mila euro previsti e derivanti da co-finanziamenti del Comune di Pisa che l’ente ha garantito per progetti inseriti negli interventi programmati nel 2005-2006, sono  stati realmente accertati e quindi disponibili solo 244 mila euro. La restante parte delle risorse ad oggi non ci sono e dovrà essere il Comune di Pisa a trovare nel proprio bilancio questi soldi.

Si tratta di novità di cui l’assessore Capuzzi non ha mai accennato in questo ultimo anno e mezzo da quando il Centro è stato chiuso, trincerandosi solo dietro “presunti intoppi burocratici”, peraltro ad oggi neanche risolti, per giustificare ritardi ingiustificabili nella pubblicazione della gara per l’assegnazione dei lavori. La gara non può essere fatta e non c’è alcuna garanzia su quando verrà fatta in quanto manca la copertura finanziaria ed il progetto. A questo si aggiunge che questo intervento, nonostante sia stato annunciato da tempo, non è neppure inserito nel Piano delle opere pubbliche del Comune e non c’è nessuna voce a bilancio per questa ristrutturazione. Nessuna garanzia è stata data dall’assessore rispetto a dove e in che tempi il Comune troverà queste risorse.
Inoltre per coprire tutte le spese dell’intervento si prevede che 100 mila euro siano erogati dal soggetto che gestirà il centro. Ma nulla si sa dei tempi e delle modalità con cui verrà assegnata questa gestione, e l’assessore al riguardo non ha dato nessuna risposta.

Siamo di fronte all’ennesimo caso di cattiva amministrazione per cui non esiste nessuna programmazione. A ciò si aggiunge una mancanza di trasparenza nella comunicazione da parte di questa amministrazione che fino ad oggi ha omesso il fatto che mancava e manca la copertura finanziaria per fare questi lavori.
La sola verità è che in una fase di crisi sempre più pesante si è ridotto un servizio di emergenza abitativa da 25 posti a 9, riducendo così la possibilità di accoglienza a Pisa. Si è chiusa una struttura di accoglienza nel settembre del 2013, la si sta lasciando marcire, e ad oggi, nessuno sta lavorando al bando di gara per la ristrutturazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro di via Garibaldi: non c'è la copertura finanziaria per realizzare i lavori

PisaToday è in caricamento