Chiusura del camminamento del Giardino Scotto, Biondi (Pd): "Servono altre soluzioni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Invece di riqualificare e di riaprire il camminamento romantico del Giardino Scotto non si trova altra soluzione che installare barriere. Dopo via Sant’Orsola, dove è stato messo un cancello per chiudere la strada, il nuovo mood della riqualificazione di questa amministrazione sono le barriere e i cancelli.

Il cosiddetto degrado e i vari fenomeni di spaccio non si risolvono chiudendo i luoghi; perseguire questa strada porta poco lontani, forse può sembrare una vittoria illusoria a breve ma presto questi soggetti troveranno un altro luogo e così via, e a quel punto cosa avrà ottenuto l’amministrazione? Forse tanti luoghi chiusi e privati all’uso pubblico.

Occorre pensare e provare altre soluzioni oltre i cancelli, le barriere ecc. Inoltre basta guardare nel vallo del Giardino Scotto e i suddetti fenomeni si verificano tuttora in modo ancora più palese, quante volte con atti abbiamo chiesto in consiglio comunale un progetto di riqualificazione dello spazio verde in corrispondenza del fossato del giardino scotto e una maggiore illuminazione, atti sempre bocciati dalla maggioranza.

Per perseguire la sicurezza bisogna rendere fruibili e vivibili i luoghi. La sicurezza passa dalla riqualificazione e dalla qualità dei luoghi in cui viviamo. Rafforzare in chiave preventiva i nostri presidi sociali e migliorare i luoghi è l’unica strada da perseguire.

Dopotutto si potrebbe anche importare a Pisa un progetto interessante, attivo da qualche mese in Toscana, denominato “Presidi positivi” che mira alla riqualificazione urbana coinvolgendo giovani professionisti ed associazioni, operazione intesa come riqualificazione dei luoghi pubblici e dello stare insieme con l’obiettivo di risolvere i problemi legati al degrado e alle tensioni sociali.

Marco Biondi

Consigliere Comunale PD

Torna su
PisaToday è in caricamento