Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

La Commissione politiche sociali torna al lavoro: il punto della vicepresidente

Maria Antonietta Scognamiglio si dice soddisfatta per la ripartenza degli incontri e parla delle misure di sostegno in discussione

L'emergenza Covid-19 ha rallentato molto i lavori del Consiglio Comunale e delle relative commissioni, ma in forma digitale si è tornati ad incontrarsi. Così è stato lo scorso 20 aprile per la Commissione politiche sociali, di cui è vicepresidente la consigliera Pd Maria Antonietta Scognamiglio. Affrontati vari temi, come gli affitti, i sussidi, la situazione della Società della salute e i buoni spesa, Rsa e disabilità.

"Lunedì vi è stata l’audizione di Don Morelli, direttore della Caritas, che ha evidenziato come numerose sono le nuove povertà in città che necessitano subito di interventi - scrive in una nota Scognamiglio - condividiamo quanto chiesto circa l’estensione dei buoni spesa anche ai non residenti (sul tema avevamo presentato una mozione ai primi di aprile cogliendo anche numerose sollecitazioni provenienti da associazioni studentesche e mondi giovanili) e l’immediata costituzione di un tavolo sulla povertà che permetta a Comune e associazioni di agire in modo coordinato per questa emergenza sanitaria e per attivare nuovi strumenti per la fase 2".

Ieri mattina si è svolta l’audizione dell’assessore Gambaccini: "Rsa, badanti, buoni pasto per la fase due, visto che i soldi ministeriali stanno terminando. Per la prossima settimana è stata calendarizzata, a seguito della mozione da noi presentata l’8 aprile scorso, la commissione relativa all’emergenza affitti per tutelare famiglie, precari e studenti anche a seguito dello stanziamento della Regione per la nostra città di numerosi fondi per il contributo affitto come da delibera n. 442 del 31 /03/2020. Pisa avrà quasi 400mila euro da spendere per gli affitti e da subito abbiamo chiesto di avviare i lavori in commissione mediante l’audizione dei sindacati Sunia, Sicet, Cgil, Udu e Unione Inquilini, visto che il comune entro il 30 aprile dovrà pubblicare un avviso straordinario per l’accesso al contributo per l’integrazione al canone di locazione. La  calendarizzazione permetterà quindi di approfondire tale tema e avere risposte immediate sulle modalità che l’amministrazione vorrà scegliere per l’utilizzo di tali fondi".

"Per finire - conclude la consigliera Pd - il 29 aprile, abbiamo fortemente richiesto di trattare il tema della disabilità nell’emergenza: attività alternative ai centri diurni, fisioterapia domiciliare e riabilitazione. Sarà invitata la Garante dei diritti per le persone con disabilità. Per tutti questi temi abbiamo dato un contributo fattivo e siamo convinti che sia necessario continuare a lavorare mettendo sul piatto idee, proposte e segnalazioni che provengono dai molti che in questo periodo soffrono o da coloro che con il loro impegno contribuiscono a lenire il peso e i danni di questa sofferenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Commissione politiche sociali torna al lavoro: il punto della vicepresidente

PisaToday è in caricamento