Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Consigli Territoriali di Partecipazione, il Meetup 'Amici a 5 Stelle Pisa': "Un doveroso chiarimento"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

In merito alle intricate vicende dei Consigli Territoriali di Partecipazione del Comune di Pisa, nei giorni scorsi la stampa locale ha pubblicato alcune inesattezze sui 5 Stelle e quindi, per dovere di chiarezza, il Meetup "Amici a 5 Stelle Pisa" PRECISA quanto segue.
1) L'attuale capogruppo in Consiglio Comunale del M5S è il portavoce Gianfranco Mannini, subentrato alla portavoce Elisabetta Zuccaro a luglio.

2) Le nomine nei CTP sono di esclusiva competenza del Capogruppo, che deve verificare anche la presenza di eventuali cause ostative alla nomina (per esempio, nel caso del M5S, l'esistenza di condanne, rinvvi a giudizio o procedimenti penali in corso).

3) I CTP dovevano essere dei luoghi di partecipazione dei cittadini RESIDENTI nei quartieri e le nomine dei consiglieri CTP avrebbero dovuto seguire questo spirito, invece il PD e gli altri partiti li hanno, da subito, plasmati su modello dei soppressi consigli di circoscrizione elettivi.

4) Non esiste nessuna fantomatica assemblea del M5S di Pisa o meglio non esiste più, in quanto a Pisa esistono oramai 2 Meetup di "area" 5 Stelle.

5) A Pisa, oltre al nostro, c'è un meetup che si autodefinisce "storico", ma che evidentemente sa poco o nulla dei CTP, della loro storia e dei regolamenti e che, disconoscendo una votazione della vecchia assemblea unitaria avvenuta a febbraio, ha deciso (già dalla scorsa primavera, non negli ultimi giorni) di rimanere nei CTP a botte di revoche e surroghe, addirittura spostando consiglieri da un CTP ad un altro!!!

6) Purtroppo 2 portavoce (Antoni e Mannini) hanno scelto volontariamente  di disconoscere, assumendosene la responsabilità politica, la votazione di febbraio ed attenersi alle indicazioni del Meetup autodefinitosi "storico". Questo nonostante il nostro Meetup avesse fatto puntualmente presente che la strada delle revoche e delle surroghe contraddiceva il voto contrario espresso dal gruppo consiliare M5S all'emendamento Garzella al regolamento dei CTP (quello che rende possibili le revoche dei consiglieri CTP da parte del capogruppo che li ha nominati).

7) La presunta rotazione ogni due anni, invocata come inedita giustificazione, non è MAI stata concordata quando si decise di entrare nei CTP. E, comunque, se fosse come affermato, 2 attuali consiglieri nominati a gennaio 2014 avrebbero superato abbondantemente i due anni ed altri 2 consiglieri nominati il 4 ottobre 2014 avrebbero completato praticamente il loro periodo. Quindi, in teoria al prossimo Consiglio Comunale del 29 settembre, anche questi quattro consiglieri dovrebbero essere revocati e surrogati con altri quattro nuovi. Ed invece sono tutti e quattro confermati nella lista fornita al CC.

8) Per quel che ci riguarda non siamo sul Bounty e non ci sono "ammutinamenti", ma solo persone coerenti: come M5S era stato deciso di aderire ai CTP per verificare in maniera diretta la loro trasformazione in un vero strumento di partecipazione rispetto alla precedente consiliatura, ma così non è stato. Anzi le dimissioni dell'assessore Danti, grande fautore del loro rilancio, ne hanno certificato il totale fallimento, per cui, dopo 2 anni e tanta pazienza, si era deciso di uscire, dopo votazione democratica, da una farsa ad uso e consumo del PD, nella quale addirittura gli alleati stessi del PD si lamentano di una gestione non partecipativa (vedasi recente protesta al CTP 4).

Conformemente ai principi che ispirano il M5S, il Meetup "Amici a 5 Stelle" dice NO alla vecchia politica che distribuisce poltrone, poltroncine e strapuntini solamente per racimolare consensi elettorali di tipo personalistico. Ci spiace constatare che invece di assumersi pienamente la responsabilità politica delle proprie scelte, si provi a confondere le acque davanti all'opinione pubblica per far passare liscia una evidente ed incoerente forzatura.

Ci DISSOCIAMO quindi dalla delibera di revoca dei vecchi consiglieri indicati dai passati capogruppo 5 Stelle e di surroga con nuovi consiglieri. AUSPICHIAMO invece una riflessione pubblica sulla reale utilità dei CTP e CHIEDIAMO ai consiglieri 5 Stelle pisani, alla luce della pessima figura fatta in Consiglio Comunale con l'obbligato ritiro della delibera per manifesta inadeguatezza, di riconsiderare la decisione di ripresentarla.

Il Meetup "Amici a 5 Stelle Pisa"

PS: sulla nostra pagina fb (https://www.facebook.com/meetuppisa/) trovate in allegato l'estratto audio dell'ultimo Consiglio Comunale durante la discussione del punto CTP. Invitiamo all'ascolto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigli Territoriali di Partecipazione, il Meetup 'Amici a 5 Stelle Pisa': "Un doveroso chiarimento"

PisaToday è in caricamento