Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Consiglio Comunale: tutto in regola per la rotatoria di Ikea, riaprire la Sapienza

Molti gli argomenti affrontati nel corso della seduta consiliare di giovedì, dove si è parlato anche dei cestini per la raccolta differenziata di Corso Italia. Votato un ordine del giorno per la riapertura della Biblioteca Universitaria

Dopo l’annuncio dell’assessore Chiofalo (“la prossima settimana partirà l’attività delle ludoteche e il 15 febbraio ci sarà un flash mob contro il gioco d’azzardo davanti ad una bar di via Montanelli che ha tolto le slot machine”), l’assessore Serfogli ha risposto ai consiglieri Ciccio Auletta (Unacittàincomune-Prc) e Valeria Antoni (M5S) sulla vicenda della rotatoria di Via Del Gargalone (“l’affidamento dei lavori ad una nuova ditta è avvenuto nel rispetto assoluto di tutte le disposizione di legge e per l’apertura di Ikea del 5 marzo prossimo i punti di accesso saranno due”, ma per la Antoni, invece, “ci saranno ingorghi interminabili comunque”) e al consigliere Raffaele Latrofa (Noiadessopis@) sul costo dei cestini dei rifiuti di Corso Italia (“sono un prodotto di estrema qualità e saranno estesi anche ad altre zone della città”).

Inoltre il Consiglio Comunale di ieri, dopo aver discusso della richiesta del consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL) di un sottopasso in via XXIV Maggio (“al momento - ha detto l’assessore Zambito - non è previsto”) si è confrontato, grazie ai consiglieri Ciccio Auletta e Marco Ricci (Unacittàincomune-Prc), sulla vicenda della Sapienza.

Dopo gli interventi dei consigliere Ciccio Auletta (Unacittàincomune-Prc) (“la Sapienza riguarda tutta la città, non è un affare solo dell’Università”), Valeria Antoni (M5S) (“chiediamo il ritiro dell’ordinanza di chiusura del sindaco”), Giovanni Garzella (FI-PDL) (“il patrimonio della Sapienza è unico al mondo”), Alessandra Mazziotti (PD)(“tutte le istituzioni cittadine faranno la loro parte”), Simonetta Ghezzani (SEL) (“la Biblioteca deve riaprire, anche senza aspettare il recupero di tutta la struttura”), Riccardo Buscemi (FI-PDL) (“non sono soddisfatto dello smembramento della Sapienza, alla creazione di un succursale in San Matteo”), Francesco Pierotti (PD) (“la Sapienza chiusa è una ferita aperta per tutta la città”), Diego Petrucci (Noiadessopis@) (“La Sapienza è, anche da un punto di vista turistico, centrale per tutta Pisa”), dell’assessore Dario Danti (“La Commissione di studio nominata dal ministro è un passo decisivo”) e, infine, del sindaco Filippeschi (“che la Sapienza possa riaprire il prima possibile, anche con soluzioni di apertura parziale, occorre interrogarsi sulla fragilità del patrimonio pubblico della città, che potrebbe essere anche un’occasione di sviluppo”), è stato votato un ordine del giorno con il quale si chiede, tra l’altro, la riapertura della Biblioteca Universitaria “con la massima celerità”.
Hanno votato a favore i consiglieri della maggioranza (PD, SEL, In lista per Pisa e Riformisti, e i consiglieri di FI-PDL), contrari i consiglieri del M5S, astenuti i consiglieri di “Noiadessopis@” e di “Unacittàincomune-Prc”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale: tutto in regola per la rotatoria di Ikea, riaprire la Sapienza

PisaToday è in caricamento