Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Aeroporto, il Consiglio Comunale chiama Rossi: "Venga a Pisa per rassicurare la città"

Una seduta, quella di giovedì, nel corso della quale è stata espressa piena solidarietà a Franco Tinagli, il tassista aggredito da un gruppo di giovani nella notte tra lunedì e martedì. Bocciata la mozione sul cessate il fuoco in Medio Oriente

Dopo la comunicazione dell’assessora Marilù Chiofalo, "la Giunta ha approvato il 22 luglio scorso il piano triennale anticorruzione", intervento della consigliera Mirella Bronzini (FI-PDL) sul il black out che ha colpito mercoledì l’ospedale, “perché non accada più, cosa verrà fatto?” e dopo l’intervento del presidente del Consiglio Comunale, Ranieri Del Torto sulla vicenda del tassista aggredito, “tutta la nostra solidarietà, è stata una  barbarie”, il Consiglio Comunale è poi proseguito con l’esame di alcune interpellanze come quella del consigliere Ciccio Auletta (Una città in comune-Prc) sul filo spinato all’ex Colorificio, “non è stata infranta alcuna norma”, o come quella della consigliera Valeria Antoni (M5S) sul crollo di un capannone a Porta a Mare, “stiamo lavorando affinché queste aree degradate vengano recuperate”, gli ha risposto, anche qui, l’assessore Ylenia Zambito, o come quella, infine e sempre della consigliera Valeria Antoni (M5S) sul trasporto dei bambini rom a scuola, “stiamo lavorando ad un progetto - così gli ha risposto l’assessore Sandra Capuzzi -  per superare il campo della Bigattiera”.

Polemiche fra le forze politiche, poi, sulla mozione presentata dalla consigliera Simonetta Ghezzani (SEL) sul cessate il fuoco per il conflitto in Medio Oriente (in sala, vedi foto allegata, erano presenti alcuni rappresentati di associazioni pacifiste). Dopo un lungo dibattito - sono intervenuti i consiglieri Ciccio Auletta (Una città in comune-Prc), “il governo italiano è complice di questo massacro”, Armando Paolicchi (SEL), “grande è la responsabilità della UE”, Andrea Ferrante (PD) “non possiamo essere d’accordo con chi non ritenga legittimo il diritto all’esistenza delio Stato d’Israele”, Valeria Antoni (M5S) “a sostegno del  cessate il fuoco,  senza ambiguità!”, Stefano Landucci (PD) “davanti a tutto questo occorre prendere parte, si deve scegliere!” – la mozione  ha ricevuto 11 voti a favore (quelli dei consiglieri di “Una città in comune-Prc”, SEL, M5S e dei consiglieri del PD, Veronica Fichi, Lisa Cioncolini, Francesca del Corso e Stefano Landucci) e 11 contrari (quelli di tutti gli altri consiglieri del Pd e di FI-PDL) e quindi non è stata approvata, e sarà, di nuovo, messa in votazione nel prossimo Consiglio Comunale, in programma lunedì prossimo, 28 luglio. Questa mozione non era già passata nel Consiglio Comunale di giovedì scorso, 17 luglio. 

Non passa anche, e sarà anche questo rinviato al Consiglio Comunale di lunedì prossimo, 28 luglio, il piano di rischio aereoportuale. E’ infatti mancato il numero legale. Erano infatti presenti solo 15 consiglieri su 32.

Al termine, per quanto riguarda la vicenda dell’aeroporto, è stato approvato un ordine del giorno – primo firmatario Andrea Ferrante (PD) - perché il Governatore della Toscana, Enrico Rossi, venga a Pisa, in una apposita seduta del Consiglio Comunale per assicurare, in particolare, sugli investimenti pubblici già previsti per la nostra città.
Hanno votato a favore i consiglieri di maggioranza del PD, SEL, In lista per Pisa e di minoranza del M5S e FI-PDL. Astenuti quelli, sempre di minoranza, di Una città in comune-Prc”, NCD e di Noi adesso pis@.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, il Consiglio Comunale chiama Rossi: "Venga a Pisa per rassicurare la città"

PisaToday è in caricamento