Politica San Giusto / Via dell'Aeroporto

Consiglio Comunale: la Holding tra Sat e Adf per gli aeroporti toscani rischia di andare all'aria

Aeroporto: ora è la volta del Consiglio Comunale. Saranno presenti nella seduta di giovedì Gina Giani (AD di Sat) e Costantino Cavallaro (presidente di Sat). All'ordine del giorno anche via Tullio Crosio e opere abusive sulle dune di Tirrenia

Il possibile allungamento della pista di Peretola può far saltare la Holding fra Sat (la società del nostro aeroporto Galilei) e Adf (la società dello scalo fiorentino) che avrebbe consacrato, come voluto dal Pit, cioè dal piano d’indirizzo territoriale della Regione, il nostro aeroporto come porta intercontinentale della Toscana, attribuendo invece a quello di Peretola la semplice funzione di city e business airport.

Di tutto questo scenario, aggiornato sia dagli inaspettati sviluppi della politica nazionale con la designazione dell’ex sindaco di Firenze Matteo Renzi quale Capo del Governo, che dalla nomina nel consiglio della Sat avvenuta proprio ieri, di Ledo Gori, uomo di fiducia del Governatore Enrico Rossi, se ne parlerà, grazie ad una precisa richiesta della consigliera Simonetta Ghezzani (SEL) nel Consiglio Comunale di domani, giovedì 27 Febbraio (presso la Sala Regia del Comune, dalle 15 in poi).

“La città - così scrive la Ghezzani - non può stare a guardare questo cambio di rotta di ENAC prima e di ADF poi sulle prospettive di sviluppo di Peretola. Come SEL abbiamo sempre sostenuto l'importanza dello sviluppo correlato tra i due scali e la necessità di una governance pubblica del sistema aeroportuale toscano attraverso la costituzione della holding. La pista di 2400 metri proposta da Adf a ENAC rischia di mettere in crisi questo progetto e riaprire la strada pericolosa della competizione tra i due scali. Come SEL sosteniamo - conclude la Ghezzani - che ci si deve attenere per ragioni di sicurezza e sviluppo complessivo del sistema aeroportuale toscano all'ipotesi contenuta nel PIT di una pista per Peretola di 2000 metri”.

Il Consiglio Comunale, però, inizierà i propri lavori occupandosi della vicenda delle opere realizzate nell’area delle dune di Tirrenia per iniziativa della consigliera Valeria Antoni (M5S), “a quando la rimozione delle asfaltature e delle altre opere abusivamente realizzate lungo il viale d’accesso al bagno Hoasy?” e del consigliere Marco Ricci (Unacittàincomune-Prc), “su quest’area di Tirrenia c’è un’oasi del WWF che denuncia da anni il mancato rispetto degli accordi sulla gestione dell’area che degli accessi agli stabilimenti”.

Inoltre, dopo alcune interrogazioni e interpellanze, come quella del consigliere Giovanni Garzella (FI-PDL), “chiedo verifiche urgenti sul tratto di via Tullio Crosio che va da piazza Viviani verso la foce dell'Arno, in quanto la strada al di sotto è vuota!”, o come quella del consigliere Gino Logli (FI-PDL), "l’accorpamento della sede del Tribunale di Pontedera alla sede di Pisa ha creato notevoli disfunzioni al servizio giudiziario, arrivando anche al rinvio di udienze”, il Consiglio Comunale discuterà dell’eliminazione dei vincoli alla libera commerciabilità degli alloggi su aree Peep, cioè delle aree destinate alla costruzioni di alloggi popolari.

Infine, per quanto riguarda le mozione, per iniziativa dei consiglieri Simonetta Ghezzani e Armando Paolicchi, entrambi di Sel, il Consiglio Comunale voterà quella sulla “garanzia di applicazione della legge 194 relativa alla tutela sociale della maternità e sulla interruzione volontaria della gravidanza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale: la Holding tra Sat e Adf per gli aeroporti toscani rischia di andare all'aria

PisaToday è in caricamento