Contributi alle scuole paritarie: "Così si sottraggono preziose risorse al servizio pubblico"

Diritti in Comune è contrario alla misura del 'Rilancia Italia', che vede a Pisa l'annunciato contributo agli asili privati da parte del Comune

Diritti in Comune è contro il finanziamento degli asili privati paritari, misura annunciata dall'amministrazione Conti. Il gruppo, formato da Una città in comune, Rifondazione Comunista e Pisa Possibile, rileva come, in fase di superamento dell'emergenza sanitaria, "riprende forza la logica della sussidiarietà, cioè della concorrenza tra pubblico e privato in settori fondamentali come la sanità, ma anche in ambiti delicatissimi come quelli collegati ai processi educativi, dell’istruzione e della formazione. Nella manovra gigantesca del cosiddetto 'Rilancia Italia', si scoprono tra le pieghe antichi vizi che non sono minimamente rivisti, ma anzi si rafforzano: se gli stanziamenti per la scuola ammontano infatti a 331 milioni complessivi, dopo gli 80 per rafforzare la didattica a distanza e i 43,5 per le pulizie straordinarie stanziati nel 'Cura Italia' di marzo, nell’ultima versione del 'Rilancia Italia' c’è un aumento degli stanziamenti per le scuole paritarie cattoliche di circa 70 milioni, passando da 80 a 150".

Si tratta di una "strategia ben precisa, che vede convergere il governo demo-stellato, le amministrazioni locali di centrosinistra e quelle di destra: così, il sindaco Conti della Giunta a trazione leghista del Comune di Pisa, intende varare un atto di indirizzo a sostegno delle famiglie che si avvalgono dei servizi educativi (nidi e materne, da 0 a 6 anni), a integrazione dei servizi pubblici secondo il principio di sussidiarietà pubblico-privato. Una scelta di questo tipo sottrarrà risorse alle scuole e ai servizi pubblici (del Comune, quanto a livello nazionale), ed è perciò un provvedimento da respingere con forza".

"Quello che occorrerebbe in questa situazione - conclude Diritti in Comune - è rafforzare il comparto pubblico dell’istruzione, e non devono essere stanziati finanziamenti a favore delle scuole private paritarie che sottraggono preziosissime risorse alla scuola pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento