Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Coronavirus, attività economiche e scuola: "Chiuso ogni spazio di discussione"

Le forze di minoranza all'attacco dell'amministrazione comunale: "Inadeguata"

Picchi, Auletta e Amore (Foto d'archivio)

"Scuola, cultura, commercio, turismo e sport. Ecco i grandi temi che l'amministrazione non vuole discutere". Pd, M5S e Diritti in Comune vanno all'attacco dell'amministrazione comunale pisana, accusandola di "chiudere gli spazi di discussione democratici".

"E' oltre un mese - scrivono in una nota congiunta i consiglieri comunali Olivia Picchi (Pd), Gabriele Amore (M5S) e Francesco Auletta (Diritti in Comune) - che chiediamo ripetutamente la convocazione della Terza Commissione consiliare permanente per discutere del ruolo del Comune di Pisa rispetto alla pesantissima crisi sociale ed economica dovuta alla diffusione del Covid-19. Turismo, commercio, scuola, cultura sono i temi di cui si dovrebbe occupare questa commissione: settori che vedono oggi anche nella nostra città migliaia di lavoratori e lavoratrici allo stremo a causa delle attività chiuse, insegnanti, famiglie, ragazzi e ragazze che aspettano risposte, proposte e anche supporto, associazioni sportive incerte sul proprio futuro". 

Argomenti di cui "la destra non solo non si occupa - continuano i consiglieri di opposizione - ma che impedisce, anche a chi come noi di proposte ne ha fatte e molte, di portare in discussione nelle sedi istituzionali. Nessun impegno è stato preso dalla maggioranza nell'ultimo consiglio comunale, niente è previsto per il prossimo. La Commissione è tenuta volutamente ferma, nascondendo il tutto dietro a problemi tecnici che non trovano soluzioni nonostante ormai si sia al secondo mese di distanziamento sociale e il resto delle istituzioni d'Italia sia connesso e operativo". 

Un atteggiamento "gravissimo e che dimostra ancora una volta l'inadeguatezza di questa maggioranza. Il disinteresse verso questi settori - proseguono Picchi, Amore e Auletta - in realtà parte da lontano, perchè nonostante gli annunci in campagna elettorale, la Commissione è sempre stata vuota di contenuti reali, con pesanti responsabilità al riguardo da parte della presidente Punzo. Il turismo e il commercio sono settori complessi, con tantissimi piccoli imprenditori di fronte a una delle più grandi crisi economiche, che impiega migliaia di addetti spesso con contratti precari, stagionali, in cui esiste anche il lavoro nero e che oggi rischiano di finire in uno stato di povertà".

"Al contempo - concludono i consiglieri - servono politiche attive sulla scuola in una fase in cui la didattica a distanza amplifica le diseguaglianze e le difficoltà all'accesso al diritto allo studio. L'unica preoccupazione di chi oggi amministra la città sembra quella di non parlarne nelle sedi preposte. Servono invece interventi urgenti, risorse da stanziare, ma anche la costruzione di idee e prospettive di lungo periodo a fronte delle pesantissime trasformazioni che questa emergenza sta portando avanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, attività economiche e scuola: "Chiuso ogni spazio di discussione"

PisaToday è in caricamento