Politica

Coronavirus, società sportive in crisi: "Sia previsto un contributo straordinario"

Il Partito Democratico pisano chiede interventi di sostegno alle associazioni, dalla sospensione dei canoni a risorse dirette

Il Partito Democratico lancia l'allarme sul settore sportivo cittadino, colpito dall'emergenza Coronavirus. Lo stop alle attività e la chiusura di impianti sportivi stanno avendo pesanti ripercussioni sulle società operanti sul territorio pisano: "Allo stato attuale - scrivono in una nota i consiglieri Olivia Picchi e Marco Biondi - molte associazioni non riescono a coprire i costi di esercizio mediante i ricavi della loro gestione: la chiusura forzata degli impianti ha azzerato gli incassi e da qui anche la difficoltà a coprire le spese delle utenze. La crisi dello sport di base avrà ripercussioni, al termide dell’epidemia, non indifferente sulle associazioni ed alcune potrebbero essere in difficolta a riaprire gli impianti sportivi pubblici a servizio di tutta la collettività e dei più deboli in particolare".

Sul tema il Pd aveva già scritto al sindaco Conti sul tema. In materia di sport queste erano le proposte: sospensione del canone di gestione fino al 31/12/2020 con recupero rateale e senza interessi entro il 31/12/2022 per le società che hanno in affidamento pluriennale impianti di proprietà del Comune; rinuncia da parte del Comune ad ogni onere per il periodo di inattività legato all'emergenza per le società che hanno in gestione spazi in istituti scolastici di proprietà comunale; aiuti economici a tutte le società per il pagamento delle utenze. Più poi sviluppare progettualità dedicate al pagamento di mutui e stimolare la ripartenza, insieme alla richiesta di contributi al pagamento degli affitti per chi occupa spazi privati.

"Facendoci carico dell’appello rivoltoci dalle associazioni pisane - continua il Pd - siamo a chiedere a questa Giunta di prevedere un contributo straordinario una tantum per i fabbisogni gestionali necessari a fronteggiare la situazione economica connessa all’emergenza Covid-19. Contributo rivolto alle associazioni e società sportive dilettantistiche che svolgono attività sul comune di Pisa e che stanno subendo un danno economico a causa della chiusura degli impianti e il fermo delle attività. Ancora una volta vogliamo ribadire l’importanza dello sport di base che rappresenta soprattutto un momento di condivisione, di collettività e di crescita anche per i nostri bambini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, società sportive in crisi: "Sia previsto un contributo straordinario"

PisaToday è in caricamento