Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Dalla festa del Pd di Fauglia una spinta per la fusione dei Comuni delle Colline

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Venerdì sera nell’ambito della festa PD di fauglia il segretario regionale PD ha commentato positivamente il progetto di fusione tra i 5 comuni delle colline pisane.

Così il comitato promotore di “comune  colline pisane” ha giudicato l’intervento del Segretario Regionale Ivan Ferrucci intervenuto al dibattito “prove di fusione”

Siamo soddisfatti di come si è svolto il dibattito perchè ci ha dato l’opportunità di far conoscere il nostro progetto senza strumentalizzazioni.

I 5 comuni (Crespina, Fauglia, Lorenzana, Orciano Pisano, S. Luce) riconducibili ad una unica matrice storica e culturale, che presentano una chiara omogeneità di problematiche sociali, ed ambientali,  e che da sempre intrattengono rapporti di collaborazione istituzionale, necessitano di un unico centro decisionale che rappresenti una unica grande realtà istituzionale di circa 12.000 abitanti e che dia al territorio della colline pisane il giusto perso/valore istituzionale.

Questo processo iniziato per obbligo di legge con la gestione associata di funzioni e che il comitato promotore si auspica terminerà con la nascita del “comune di Colline Pisane”, vede proprio il comitato impegnato in un processo di partecipazione dei cittadini dei territori interessati di modo che i cittadini chiamati al referendum popolare abbiano gli strumenti conoscitivi utili per una scelta conoscitiva e consapevole.

I componenti il comitato (normali cittadini iscritti e non a vari partiti politici) hanno già organizzato ncontri pubblici nei comuni di Orciano Fauglia e Crespina. A settembre è il turno di Lorenzana e S. Luce.

A proposito di Lorenzana  chiamata ad esprimersi sulla fusione con Crespina nel referendum consultivo che si terrà ad ottobre, molte sono state le accuse mosse al comitato.

Dall’essere paravento” dietro cui si nasconde in realtà il PD di Lorenzana, che manovra sottobanco per esclusivi interessi  “di bottega”, all’essere interessato alle future poltrone.

Il progetto portato avanti dal Comitato non è contro la fusione a due ma va oltre, con un’ idea di più ampio respiro e lungimiranza rispetto quella  messa su in fretta e furia, per accedere ai fondi regionali.

A prescindere dal risultato del referendum di Ottobre, il  cammino va avanti, con la presentazione del progetto di legge di iniziativa popolare e la successiva raccolta di firme.

Dispiace però constatare che, la fretta dimostrata porterà i cittadini di questi comuni (alla faccia del contenimento dei costi della politica)  alle urne ben 4 volte in due anni:

-referendum ad Ottobre;

-eventuali elezioni del nuovo Sindaco nel 2014;

-referendum sul Comune Unico di Colline Pisane, sempre nel 2014;

-eventuale elezione del nuovo sindaco nel 2015.

                                                                    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla festa del Pd di Fauglia una spinta per la fusione dei Comuni delle Colline

PisaToday è in caricamento