Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Daspo, Sindacato Generale di Base: "Il vostro decoro è il nostro degrado!"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

E' ormai scontato che il Consiglio comunale approvi i daspo inserendoli nel regolamento di polizia urbana con il silenzio assenso di Arci, Anpi (non sia mai che il Comune tolga loro i finanziamenti) e Acli.

Pensiamo che occorra anche sui giornali aprire un dibattito perchè i daspo non servono e appare del tutto sterile la polemica secondo la quale i sindacati non debbano prendere posizione perchè il problema non li riguarda.

Infatti il vero obiettivo è di trasformare la Polizia Municipale in uno strumento securitario a discapito di tutte le altre funzioni, dalla circolazione del traffico alla presenza nei quartieri, dalla lotta all'abusivismo edilizio al controllo delle manutenzione del territorio. Ormai gli agenti di Pm vengono solo impiegati per rassicurare le associazioni dei commercianti e la citta vetrina, basta leggersi il vecchio Regolamento (che non a caso vogliono riscrivere) e capire che gran parte delle funzioni previste vengono dimenticate per scelta politica e per l'impiego dei vigili nel centro storico (a discapito delle periferie). Non ci credete? Leggetevi il Regolamento (https://www.comune.pisa.it/uploads/2016_12_29_12_53_44.pdf) e traete le vostre conclusioni.

In questi giorni il Sindaco ha annunciato tante assunzioni senza considerare che entro il 2018 avremo almeno 8 unità in meno per cambi di mansione e pensionamenti solo nella PM)  ma si è dimenticato di fornire dati reali come quelli dei pensionamenti futuri. Interi servizi sono destinati alla privatizzazione, altri come gli uffici al pubblico abbandonati al loro destino con pochi organici e strumenti inadeguati.

Ma il daspo  e il decoro sono ben altro, ossia la volontà di stabilire un ordine fittizio che esclude ogni forma di devianza, perfino gli studenti a bere una birra. Il loro  decoro è il degrado in cui versano i quartieri periferici, la desertificazione industriale di Ospedaletto, le migliaia di case sfitte. Il loro decoro è costruito su misura per escludere le classi sociali meno abbienti, per criminalizzare i senza casa, eppure le abitazioni sfitte di proprietà dei grandi immobiliaristi sono centinaia e  potrebbero essere requisite per ragioni di utilità pubblica come fece il Sindaco Bulleri 40 anni fa.

I dispositivi disciplinari di controllo determinano la cancellazione degli spazi pubblici, non a caso gli spazi comunali non sono mai messi a disposizione di associazioni e realtà sociali se non dietro pagamento di centinaia di euro. La privatizzazione degli spazi pubblici è solo un regalo alla speculazione privata facendo credere alla cittadinanza che invece si combatte il degrado.

Non vogliamo spazi urbani militarizzati, centri cittadini gestiti secondo ordine, pulizia e autorizzazioni a discapito delle periferie dove nasconderanno il disordine, il degrado sociale ed economico.

La nostra idea di città, di polizia urbana e provinciale è ben altra: la manutenzione del territorio, la lotta alla speculazione sono priorità come la restituzione degli spazi pubblici ad un uso condiviso, sociale e culturale.

I daspo sono una minaccia per la democrazia, non servono a combattere la miseria( o a prevenire i crimini), piuttosto la alimentano, utilizzano le polizie locali come forze di polizia a discapito di tutte le altre funzioni.

I daspo servono per  vendere l'immagine del decoro urbano quando invece le decisioni assunte ogni giorno sono indecorose, come dimostra lo stato di abbandono in cui versano quartieri, case popolari, le vie periferiche piene di buche e di illuminazione

Il vostro decoro è il nostro degrado!

SINDACATO GENERALE DI BASE PISA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo, Sindacato Generale di Base: "Il vostro decoro è il nostro degrado!"

PisaToday è in caricamento