rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

Scuola: 18 milioni di euro dalla provincia per l'edilizia scolastica

Ecco il quadro delle attività per la didattica e l'edilizia in via di svolgimento da parte dell'ente provinciale. L'assessore Celoni: "Tutti i ragazzi al rientro hanno trovato gli arredi necessari"

La scuola per alcuni è già ricominciata, per altri prenderà il via domani. La provincia di Pisa ha numerosi lavori all'attivo, alcuni già terminati, altri ancora in esecuzione.
“Il nuovo anno scolastico è iniziato come sempre all’insegna dell’impegno, da parte della provincia di Pisa, a cercare di svolgere al meglio il proprio ruolo in tema di istruzione pubblica - dichiara l’assessore Miriam Celoni - affinché insegnanti e studenti possano a loro svolta svolgere al meglio il lavoro che li attende”.

Per dare un’idea delle dimensioni dell'impegno, ecco alcuni elementi di sintesi forniti dallo stesso ente provinciale. Tralasciando la "massa" delle manutenzioni svolte diffusamente sul territorio (che comunque sono quelle con cui si è garantito la sistemazione di aule, impianti, bagni e l’abbattimento di barriere architettoniche), la provincia, in vista del riavvio della didattica, ha consegnato agli istituti superiori di Pisa, San Miniato e Pontedera, un totale di 630 tra banchi e sedie: “Tutti i ragazzi insomma, all’ingresso in aula, hanno trovato in classe gli arredi necessari” dice ancora l’assessore. Inoltre, dopo l'inaugurazione dei due laboratori tematici (lingue e scienze-chimica-fisica) al liceo scientifico "Marconi" di San Miniato, il classico di Pisa ha a disposizione una nuova biblioteca e, a sua volta, due laboratori (scienze e linguistico-multimediale); mentre  una nuova aula multimediale é stata allestita anche all'Itc "Cattaneo" di San Miniato.

Sul versante edilizia, proseguono i lavori al nuovo Ipsia di Pontedera (traguardo il 2012, valore 13 milioni di euro); al "Cattaneo" di San Miniato (nuovo auditorium più opere di completamento per acquisizione del certificato prevenzione incendi: conclusione prevista per fine anno, valore circa 750mila euro); e al complesso "Marchesi" di Pisa (2.267.000 euro per ristrutturazioni generali e rinnovamento radicale di palestre e piscina). Sono invece ormai praticamente conclusi, e di prossima inaugurazione, gli interventi su altre due sedi: l’istituto "Pesenti" di Cascina (350.000 euro per sostituzione del tetto in eternit con nuova copertura in lamiera, recupero del cemento armato, ritinteggiatura della facciata) e il liceo artistico "Russoli" di Pisa (1.200.000 euro per rifacimento del tetto di uno degli edifici, interventi di consolidamento puntuali, recupero della facciata su via San Frediano, sistemazione di parti di infissi e impianti).

“Vorrei, per tutto ciò - conclude Celoni - ringraziare sinceramente i tecnici della provincia (in primis l’Ingegner Genoveffa Carluccio), i funzionari e gli operai, che in estate si sono prodigati con scrupolo e professionalità per garantire l'apertura dell'anno didattico in condizioni ottimali; ma anche il personale delle scuole e gli studenti, che hanno dovuto affrontare il disagio dovuto ai lavori in corso. Difficoltà sostenute però, questa dev’essere la consapevolezza di tutti, per migliorare la qualità del nostro sistema dell’istruzione, per il quale la provincia si è impegnata con risorse aggiuntive e non con tagli, contrariamente al Governo centrale”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: 18 milioni di euro dalla provincia per l'edilizia scolastica

PisaToday è in caricamento