Elezioni 2018 in Toscana, i consiglieri regionali M5S: "Risultato storico"

Poi attaccano: "Coalizioni scelta di comodo per arrivare in Parlamento, sono malapolitica da superare"

I candidati 5 Stelle alle elezioni

Il Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale celebra il risultato elettorale ottenuto in Toscana il 4 marzo. "Ringraziamo i toscani e le toscane che domenica ci hanno scelto come forza politica capace di rappresentarli, 526.921 alla Camera e 484.281 al Senato. Hanno partecipato ad un risultato nazionale storico e ottenuto così tre portavoce in Senato e sei portavoce alla Camera che rappresenteranno le istanze regionali e territoriali riassunte nel nostro programma, con la massima dedizione".

"Siamo la prima forza politica in tre province toscane, Massa Carrara Grosseto e Lucca - spiega il gruppo - e in molti comuni, ma soprattutto in ogni territorio regionale il risultato ci indica come forza di governo consolidata che cresce costantemente e ha interamente recuperato lo scarto delle Europee 2014 e più che raddoppiato i consensi rispetto alle regionali 2015. Senza le coalizioni la Toscana avrebbe un’unica alternativa credibile all’attuale maggioranza regionale: il Movimento 5 Stelle. Un quarto dei votanti toscani lo ha capito, gli altri lo faranno quando andranno a verificare come coalizzarsi sia la scelta di comodo che i partiti continuano a seguire per ottenere poltrone di rappresentanza, che poi dimostrano di usare principalmente come trampolino personale".

L'analisi prosegue: "Tre anni fa arrivò in Consiglio Regionale da candidato Governatore della coalizione di centrodestra il milanese Claudio Borghi. Ebbene dopo una presenza discutibile in Consiglio, e nel mentre il doppio incarico da consigliere comunale a Como, ora è finito in Parlamento. In sua compagnia anche i colleghi Manuel Vescovi, sempre Lega Nord, e Giovanni Donzelli, di Fratelli d’Italia. Tutti verso Roma con buona pace dei toscani che li hanno votati tre anni fa e ora si troveranno a rappresentarli dei sostituti. Per noi questa è malapolitica da gettarsi alle spalle".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul locale: "Conferma il trend il fatto che l’attuale sindaca di Cascina, Susanna Ceccardi, ex dipendente del gruppo consiliare regionale Lega Nord, si sia già candidata ad aspirante presidente della Regione Toscana - puntualizzano i Cinque Stelle che aggiungono - forse si deve anche a questo modo di intendere la politica del centrodestra il fatto che, proprio a Cascina, i cittadini hanno indicato il Movimento 5 Stelle come prima forza politica in queste elezioni. Non si lascino ingannare i cittadini - concludono i consiglieri - il Movimento 5 Stelle è l’unica forza di governo capace di restituire alla Toscana quelle energie di sviluppo innovativo, di servizio pubblico, di tutela delle comunità che qualcuno ha dilapidato e altri vorrebbero svendere in via definitiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: 17 nuovi casi, 2 a Pisa

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento