rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Elezioni 2018

Salvini a Pisa: Potere al Popolo in piazza con i contestatori

Il movimento politico che partecipa alle prossime elezioni politiche sarà al fianco degli antifascisti

Ci saranno anche i militanti di Potere al Popolo oggi pomeriggio, 23 febbraio, tra i contestatori del leader della Lega Nord e candidato premier Matteo Salvini che terrà un comizio elettorale in Piazza Vittorio Emanuele. La contro-manifestazione era stata lanciata mercoledì da gruppi appartenenti a centri sociali, comitati di quartiere e organizzazioni studentesche.
"La campagna elettorale è stata funestata da due fatti gravissimi: il primo a Macerata, il secondo a Perugia. Nella città marchigiana lo scorso 3 febbraio un ex candidato della Lega, Luca Traini, ha compiuto un atto terroristico contro persone colpevoli di avere la pelle scura. Il 20 febbraio a Perugia un nostro militante è stato accoltellato mentre affiggeva manifesti elettorali. Simili azioni squadriste costellano la storia recente del paese e dell’intero continente europeo - affermano da Potere al Popolo Pisa - questo clima di odio ha precise responsabilità politiche: personaggi come Salvini e altri gruppi di estrema destra speculano sulla sofferenza e sulla rabbia di autoctoni e stranieri, al fine di consolidare un progetto politico reazionario e nascondere le vere responsabilità della crisi economica e sociale". "La precarietà e lo sfruttamento del lavoro, i tagli alla spesa sociale, la riduzione in povertà di milioni di persone, prodotte dalle politiche dei governi degli ultimi anni non possono essere gestite col consenso - proseguono da Potere al Popolo - richiedono la divisione e la competizione sociale tra italiani e stranieri, regolari e irregolari. Per questo razzisti e fascisti sono funzionali a chi vuole imporre le politiche di austerità, salvo poi proporsi come argine alle destre, come il Partito Democratico".
"Per questo venerdì 23 febbraio saremo in piazza a Pisa, insieme a tante e tanti antifascisti che, in continuità con le mobilitazioni di Macerata, Bologna, Napoli, e di centinaia di altre città, si sono attivate contro il vecchio e il nuovo fascismo, di cui la Lega è parte integrante - rilanciano dal partito di sinistra - chiediamo venga garantito pienamente il diritto a manifestare contro chi usa l’odio e la paura come armi di propaganda elettorale. Richiamiamo le forze dell’ordine a comportamenti consoni a uno Stato democratico: non vogliamo più assistere a quanto avvenuto a Napoli, Ancona e Bologna, dove gli antifascisti sono stati caricati dalla Polizia che in piazza difendeva i neofascisti e i loro comizi". "Liberiamo le nostre città dalle forze politiche reazionarie che si pongono fuori dalla lettera e dallo spirito della Costituzione" concludono da Potere al Popolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini a Pisa: Potere al Popolo in piazza con i contestatori

PisaToday è in caricamento