Venerdì, 17 Settembre 2021
Elezioni 2018

L'INTERVISTA | Roberto Mura (Il Popolo della Famiglia): "Mille euro al mese alle neo-mamme"

Abbiamo rivolto alcune domande al candidato nel collegio uninominale di Pisa del movimento presieduto da Mario Adinolfi

Roberto Mura, originario della Sardegna, vive a Pisa da circa 30 anni. E' candidato al Collegio Uninominale di Pisa per la Camera per il Popolo della Famiglia. "Guardandomi intorno e parlando con la gente la prima cosa che traspare è la perdita di ogni speranza e la paura del futuro - afferma Mura - molti giovani sono profondamente disorientati, e molti anziani hanno deciso di non andare a votare perchè 'tanto non serve a nulla, tanto fanno come gli pare'".

1) Quali sono i punti di forza del vostro programma?

Il Popolo della Famiglia vuole che sia riconosciuto culturalmente come un vero e proprio lavoro quello di una donna che fa la mamma e che si dedica in via esclusiva alla famiglia e alla crescita di un figlio. Queste donne svolgono un ruolo fondamentale, che oggi non è riconosciuto né valorizzato, e che sta portando il nostro Paese a morire. Perciò proponiamo il reddito di maternità con 1000 euro al mese per ogni neonato fino a tre anni.

Se la famiglia non viene sostenuta i primi a risentirne sono i più deboli, cioè quelle persone che proprio nella famiglia trovano sostegno: disabili, anziani, disoccupati, giovani, tossicodipendenti, etc. Ma oggi più di un milione di famiglie non riescono ad arrivare a fine mese.
E' di primaria importanza perciò riconoscere il ruolo sociale della famiglia e aiutarla con una giusta tassazione tramite la riforma fiscale del quoziente familiare. Non si può tassare un lavoratore padre di tre figli nella stessa maniera in cui si tassa un single. Solo rimettendo i soldi in tasca alla famiglia riprenderebbe la domanda interna, riprenderebbero i consumi e un ciclo economico positivo.

Proponiamo la impignorabilità totale della prima casa e misure fiscali per favorire la residenza in prossimità del luogo di lavoro.
Valorizzare il made in Italy e aiutare le imprese familiari infine sono misure importanti per aiutare l’Italia a ripartire.

2) Quali sono le primarie problematiche di Pisa e provincia che vorrebbe portare all'attenzione del Parlamento?

Il problema sicurezza certamente appare come una vera e propria emergenza. Ogni giorno siamo di fronte a notizie di furti nelle abitazioni e violenza per strada. I giovani sono sempre più dediti al consumo di droghe e alcool. Occorre perciò una riqualificazione del Comparto Sicurezza e Difesa Nazionale con aumento dei salari dei componenti delle forze dell’ordine.
Proponiamo anche il riconoscimento pieno della legittima difesa presunta, in caso di attacco all’abitazione familiare e l’istituzione delle Volanti fisse nei quartieri a più alta densità criminale.

3) Quali sono invece le potenzialita? da sviluppare?

Una presenza eccessiva dello Stato riduce la capacita? imprenditoriale di una comunità. Lo Stato deve limitarsi ad intervenire solo laddove si creano delle lacune, garantendo il suo aiuto a coloro che mettono sul campo le proprie risorse e il proprio impegno. In questo modo si sfruttano al meglio le potenzialità di una società come quella pisana che da sempre ha dato tanto in termini culturali, sociali ed economici.

4) Perche? in definitiva un elettore dovrebbe votarla?

Ogni membro del Popolo della Famiglia non porta avanti il proprio nome ma solo il simbolo ed il progetto del Popolo della Famiglia. Il nostro intento è uno solo: creare le condizioni per una società equa ed equilibrata dove le risorse economiche vadano a vantaggio di chi si impegna realmente per il bene comune.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'INTERVISTA | Roberto Mura (Il Popolo della Famiglia): "Mille euro al mese alle neo-mamme"

PisaToday è in caricamento