rotate-mobile
Politica

Elezioni 2023: il centrosinistra lancia il percorso della 'Città delle idee'

Lo scopo è costruire il programma con la partecipazione dei cittadini e degli esponenti di spicco della società civile

Confronto e proposta. Parte il percorso programmatico del Cantiere Aperto (Pd, M5S, Sce, SI, Verdi) in vista delle elezioni amministrative di Pisa del 2023.

Uno dei due pilastri sarà il percorso di ascolto dei quartieri, condotto con metodo partecipativo e coordinato da Andrea Bonaccorsi e Andrea Piccaluga. I due economisti guideranno un ciclo di incontri con i cittadini, quartiere per quartiere, mirato a far emergere le questioni più sentite dal territorio. "Pisa ha bisogno di ascolto dei quartieri e dei territori, di partecipazione, della definizione di un'agenda dei problemi rimasti irrisolti. La mobilitazione per la difesa del Parco e la valorizzazione di Coltano è stata un esempio di come i cittadini siano pronti a partecipare per occuparsi di temi importanti e concreti. Siamo pronti a seguire questa spinta", dicono i responsabili dei partiti e dei movimenti del Cantiere. 

Si inizierà da Putignano il 14 giugno, con prosecuzione il 26 giugno ed il 3 luglio. Toccherà poi a Cep e Barbaricina, con una prima riunione il 28 giugno e le successive il 7 e 23 luglio. Il tour si interromperà in agosto per riprendere nel mese di settembre con le tappe successive.

Il secondo pilastro sarà invece un laboratorio a cui il centrosinistra ha chiamato a partecipare un importante numero di persone riconosciute e rappresentative, portatrici di esperienze, competenze e sensibilità, utili a inquadrare le sfide future della città. "Pisa - dicono i partiti - ha importanti risorse civili, morali, scientifiche, culturali, imprenditoriali. Il percorso della 'Città delle idee' nasce con l'obiettivo di individuare le modalità migliori e più efficaci per renderle protagoniste. L'elenco delle adesioni, che continuerà ad ampliarsi, evidenzia una diffusa disponibilità a contribuire a questo percorso, anche da parte di figure di grande autorevolezza e riconosciuto impegno. Un contributo che potrà essere decisivo. Servono idee forti per reagire ad una congiuntura difficile, che non risparmia Pisa, e tracciare una rotta di crescita solidale e sostenibile".

Elenco delle adesioni (provvisorio)

Pasqualino Albi, Grazia Ambrosino, Andrea Aretini, Francesco Barachini, Michele Battini, Tania Benvenuti, Fabrizio Bianchi, Andrea Callaioli, Soriano Ceccanti, Mauro Ciampa, Michela Ciangherotti, Rossana Condello, Daniele Cosci, Andrea De Conno, Andrea Di Benedetto, Paolo Donati, Luca D’Onofrio, Michele Emdin, Ilaria Fagiolini, Giulietta Falorni, Nicola Favati, Veronica Fichi, Fabrizio Franceschini, Dario Franchini, Livia Franchini, Albertina Gasparoni, Angelo Gemignani, Fosca Giannotti, Oreste Giorgetti, Giovanni Greco, Tommaso Greco, Alberto Grilli, Shkelzen Hasanaj, Domenico Laforenza, Stefano Landucci, Luca Lanini, Carlo Lombardi, Pier Luigi Lopalco, Rita Lucchi, Tommaso Luzzati, Paolo Malacarne, Franco Marchetti, Ilaria Mariotti, Paolo Martinelli, Margherita Mattei, Iole Meani, Franca Melfi, Luca Michelini, Ida Nicolini, Giovanni Pagano, Francesco Paletti, Francesco Pasqualetti, Dino Pedreschi, Dino Ricci, Roberto Romboli, Manuela Roncella, Lia Sacchini, Salvatore Settis, Eleonora Sirsi, Andrea Somma, Gaetano Spagnuolo, Massimo Srebot, Said Talbi, Bruna Vinci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2023: il centrosinistra lancia il percorso della 'Città delle idee'

PisaToday è in caricamento