Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Elezioni a Ponsacco, la lista civica 'Ponsacco-La città di tutti': "Guai a premiare i vecchi partiti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

"Guai a premiare i vecchi partiti. Ponsacco ed i ponsacchini hanno bisogno di una svolta". Questo l'appello principale della doppia presentazione di lista, programma e candidato sindaco Roberto Russo che si è svolto ieri. Prima nella sala del Consiglio Comunale i candidati della lista "Ponsacco - La città di tutti" si sono seduti dalla parte del pubblico: "un chiaro appello alla partecipazione popolare e al senso del dovere che dovrebbe coinvolgere ogni cittadino", ha detto Vincenzo Carnì, il capolista. Poi nel pomeriggio il comizio in Piazza della Repubblica dove uno per uno i candidati, presentati da Claudio Meini ed introdotti da Roberto Russo, si sono prodotti nei loro propositi elettorali. Il candidato sindaco Russo ha sottolineato come "la scelta di allontanarsi dai partiti e di votarsi completamente alla società civile sia nato dal tradimento di ogni promessa e di ogni ruolo da parte degli stessi partiti,  che continuano a nominare e non a scegliere, come il voto democratico dovrebbe insegnare". Ha aggiunto inoltre che "il programma della lista Ponsacco La città di tutti non è un grande elenco della spesa senza copertura economica, ma è tutto realizzabile e che anzi punta ad incrementare gli investimenti pubblici, lasciando immutate le tasse comunali ed attingendo ai fondi dell'Unione Europea". Di grande spessore umano ed emozionale gli interventi dei candidati, la cui scelta di partecipare è stata segnata in vario modo da esperienze personali e comuni quali l'alluvione del fiume Era, l'assenza di servizi adeguati per i giovani, delicati e dolorosi momenti della vita familiare causati da una poco oculata prevenzione nel settore della sicurezza stradale. Particolarmente accesi gli interventi del capolista Carnì e del veterano Giuseppe Ruggiero, che ha attaccato la genuinità e la presunta spontaneità delle altre liste civiche, "esclusivamente volute dalle strategie dei vecchi partiti e per questo anche stravaganti nel nome". Il candidato sindaco Russo ha concluso la giornata, riaffermando che la lista è un movimento che "abbraccia tutti i cittadini e non esclude; che le elezioni saranno soltanto un momento della svolta che a Ponsacco vede la società civile partecipe attiva dell'innovazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Ponsacco, la lista civica 'Ponsacco-La città di tutti': "Guai a premiare i vecchi partiti"

PisaToday è in caricamento