Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Elezioni Casciana Terme-Lari, infuria lo scontro fra i candidati Marianna Bosco e Mirko Terreni

Nuovo scambio di vedute fra i contendenti, segno di un'acceso dibattito politico sulle prossime elezioni amministrative del 25 maggio. Questa volta è la Bosco ad incalzare sulle cifre che arriveranno dalla Toscana per la fusione con Lari

Nuovo dibattito fra il candidati Mirko Terreni della lista "#Futurocomune" e Marianna Bosco, della lista civica "Per una Svolta in Comune". I toni si sono accesi dopo un comunicato in cui la Bosco, ironizzando, annunciava la scoperta del petrolio a Casciana Terme, date le promesse fatte dal Terreni in campagna elettorale. A tale comunicato ne è seguita la risposta per le rime del candidato appoggiato da Pd, Idv e Sel, che ha accusato la controparte di "buttarla in caciara". Adesso una nuova puntata e tocca alla Bosco controbattere.

Ecco il nuovo comunicato stampa:

Il signor Terreni e' una persona seria e con i 500.000 euro che arriveranno dalla Regione Toscana, come premio per la fusione dei due Comuni, vuole fare: un plesso scolastico a Casciana Terme, due palestre, spostare (ancora una volta) le nuove scuole medie di Lari ( che sono a rischio di franare); inoltre darà soldi alle 140 associazioni presenti nel Comune, rifarà le strade ecc.
Come dice il signor Terreni, che e' persona seria: "controllate i numeri", perché probabilmente sono sbagliati.

A questo punto i cittadini si domandano: MA CHI E' CHE STA BUTTANDO TUTTO IN CACIARA? QUALE SAREBBE LA CAMPAGNA DENIGRATORIA? CONTESTARE PUNTO PER PUNTO PUO' ESSERE MOLTO SCOMODO, MA NON SONO INSULTI.

Forse pensa che sia un insulto ricordargli che lui è stato l'ultimo sindaco e quindi se promette che lui porterà: "all'efficientamento della macchina amministrativa", vuol dire che non e' stato capace di far funzionare la macchina amministrativa in maniera efficiente negli ultimi 3 anni. E' stato lui che voleva fare un magazzino di stoccaggio e smistamento dell'immondizia all'ingresso di Perignano; è lui che si vanta di aver promosso l'unione dei due Comuni e non ha organizzato niente del passaggio. Per colpa sua i cittadini di Casciana si sono trovati con il Comune chiuso e si troveranno con farraginosi problemi di organizzazione ed efficienza della nuova struttura amministrativa e tra pochi mesi senza la caserma dei carabinieri. Era sindaco lui quando sia Lari che Casciana hanno perso il 118 e il medico a bordo delle ambulanze. E' lui il sindaco che ha privatizzato tutti gli operai del comune e ora i cittadini pagheranno tutti i lavori pubblici e tutti i servizi ad un privato per almeno i prossimi vent'anni.

Insomma questo signore dovrebbe avere il buon gusto di essere serio e di smettere di criticare il sindaco precedente e dire che lui farà meglio. Qualcuno gli spieghi che sono la stessa persona il Terreni candidato Sindaco ed il Terreni ex Sindaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Casciana Terme-Lari, infuria lo scontro fra i candidati Marianna Bosco e Mirko Terreni

PisaToday è in caricamento