Zippel sulle bancarelle in Piazza Duomo: "Immobilismo vergognoso delle istituzioni"

Il candidato sindaco di 'La Nostra Pisa' interviene dopo il servizio di Striscia La Notizia sui venditori abusivi

"L'immobilismo sulla vicenda delle bancarelle nel centro storico da parte delle istituzioni è vergognoso. C'è una battaglia burocratica, farcita di promesse svolazzanti, combattuta sulla pelle di padri di famiglia che non sanno che futuro potranno offrire ai loro figli". Attacca la cadidato sindaco di 'La Nostra Pisa' Maria Chiara Zippel, dopo il servizio andato in onda sul programma Mediaset 'Striscia La Notizia'. "Ben vengano i riflettori dell'informazione nazionale sulla situazione dei commercianti di piazza dei Miracoli. Non tutelarli significa calpestare una parte della nostra storia".

"Non bisogna aver paura dell'ipocrisia che sta spopolando nel nostro paese - dice Zippel - qui si tratta di regole. Chi le rispetta da anni, come i bancarellai, non riesce a essere ascoltato dalle istituzioni. Chi ricorre alla pratica abusiva, dall'altra parte, può fare affari in nero nel più totale silenzio. Ci lamentiamo delle etichette che ci vengono appiccicate dai cittadini di paesi stranieri, ma poi non facciamo alcunché per smentirli. Non è ammissibile che in piazza dei Miracoli si pratichi il commercio abusivo. Si tratta di un'offesa alle radici della nostra cultura. I bancarellai hanno ragione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' la macchina comunale a non funzionare per la candidata: "Ci sono manovre che vengono decise e messe in pratica in poche settimane, mentre la lotta agli abusivi procede a passo di lumaca. Non è vero che non ci sono soluzioni, basta intensificare i controlli e non avere alcuna tolleranza nei confronti di chi vende oggetti senza emettere scontrino fiscale. E la nazionalità del venditore non c'entra. Ci sono stranieri regolari e italiani abusivi, e viceversa. Pisa deve dimostrare di essere un posto in cui le regole si rispettano. Perché se è vero che il nostro patrimonio storico è riconosciuto nel mondo, è altrettanto vero che nel regno dell'anarchia, a lungo andare, le visite saranno sempre meno. Basta con l'abusivismo, il Comune si adoperi per difendere i bancarellai. 'La Nostra Pisa' è al loro fianco e tra i primi punti del suo programma ha quello di ristabilire l'ordine in piazza dei Miracoli. Più bancarellai, zero abusivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento