Sabato, 19 Giugno 2021
Elezioni comunali 2018

Conti verso il ballottaggio: "Niente accordi" e fa appello alla partecipazione

Non farà affrancamenti la lista di centrodestra. Poi attacca Serfogli: "Se avesse avuto coraggio, avrebbe dovuto presentarsi come la continuità e rivendicarla con orgoglio"

Nessun affrancamento o nuova lista verrà accettata da Conti per il ballottaggio. Lo ha annunciato lo stesso candidato stamani, 16 giugno, delineando la linea di condotta del centrodestra: "Questa campagna per il ballottaggio - ha spiegato - è stata caratterizzata dagli interrogativi sulle possibili alleanze con le altre liste civiche o politiche. Sono tutte risorse importanti, ma noi abbiamo sempre detto che l'unica alleanza che ci interessa è con il popolo pisano, di cui molti rappresentanti si sono impegnati direttamente candidandosi nelle tante liste in campo per queste elezioni amministrative. Un'alta partecipazione dell'elettorato attivo che è stato un primo segnale della necessità di cambiamento, della diffusa volontà di impegnarsi direttamente per migliorare la città in cui si vive. A loro, ai cittadini e ai candidati, rivolgo il mio appello: unitevi a noi, continuate a farvi interpreti di un grande rinnovamento di cui la città ha bisogno".

Dopo l'apertura ad "accogliere proposte dai partiti e dalle liste civiche", arriva il no, nemmeno troppo indiretto, alla proposta di affrancamento di Latrofa: "Non ci interessano accordicchi sui nomi o sulle poltrone, noi vogliamo essere diversi da chi ha amministrato la città fino a ieri e oggi rincorre tutti, da destra a sinistra, come sta facendo in queste ore Andrea Serfogli, che fa parte di un sistema di potere che mira soltanto alla propria sopravvivenza e a perpetrare regalie e privilegi per pochi contro l'interesse dei molti".

Alza poi il tiro dell'attacco Conti: "Ad Andrea Serfogli, al suo partito e a chi ci vorrebbe fare un accordo basato sullo status quo, interessano solo le poltrone dei Cda, come quello dell’aeroporto dove il Pd ha piazzato neanche un mese fa l'assessore Zambito: la gente non sopporta più questo metodo, lo ha dimostrato con il voto". Poi ancora: Chiedo a Serfogli, dove tiene nascosto Filippeschi? Andrea dovrebbe ricordarsi di essere una delega vivente, ha tutti gli assessorati più importanti. Ora si presenta come il cambiamento, se avesse avuto coraggio, avrebbe dovuto presentarsi come la continuità e rivendicarla con orgoglio".

Alla sede del comitato elettorale del centrodestra in via Oberdan Conti ha anche inaugurato un'altra iniziativa propagandistica: la mostra 'I peggiori anni della nostra Pisa. I capolavori del Pd: una città distrutta'. "La mostra - ha detto - è una personale del Pd o una collettiva dei singoli assessori, fra i quali grande risalto ha Andrea Serfogli, con le sue opere caratterizzate da promesse incompiute e sprechi. Questa mostra è la miglior campagna elettorale che il Pd abbia potuto fare, contro sé stesso". E' possibile entrare dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 19.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conti verso il ballottaggio: "Niente accordi" e fa appello alla partecipazione

PisaToday è in caricamento