Michele Conti chiude la campagna elettorale: "Siamo l'unico voto utile per Pisa"

Comizio conclusivo venerdì 8 giugno alle 19 in piazza Cairoli con i deputati di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia

Giornata di chiusura della campagna elettorale per Michele Conti, candidato della coalizione di centrodestra composta da Lega, Forza Italia e Noi Adesso Pis@-Fratelli d'Italia. L'appuntamento è per stasera, venerdì 8 giugno, dalle 19 in piazza Cairoli (della Berlina), con il comizio di Michele Conti e dei parlamentari della Lega Edoardo Ziello, Forza Italia Marco Stella e Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli. Seguiranno aperitivo e musica all'Amalthea offerti da Michele Conti e dal centrodestra. 

"Domenica per Pisa sarà un’occasione storica - afferma Michele Conti - quella del vero cambiamento che solo il Centrodestra unito può garantire alla nostra città massacrata da 25 anni di governo di centrosinistra. Insicurezza, degrado, assenza di regole sono le parole che oggi caratterizzano Pisa, una città ormai irriconoscibile e privata della sua identità. Solo il Centrodestra può garantire impegno e fatti per ribaltare una situazione che è diventata esplosiva e non più tollerabile. Abbiamo importanti alleati nel governo centrale, pronti a sostenerci e ad accogliere le richieste che sin da subito presenteremo per restituire a Pisa dignità, bellezza e vivibilità cancellate dal Pd, complici i suoi governi nazionale e regionale. Questa volta i pisani non dovranno farsi ingannare dalle liste civiche civetta, egoistici progetti personalistici che si presentano come alternativa al Pd e che invece producono solo l'effetto di favorirlo, disperdendo e parcellizzando il voto".

"I pisani - prosegue Conti - sono esasperati, i turisti sono scandalizzati, gli imprenditori sono esangui, i poveri sono aumentati, la tensione e le ingiustizie sociali cresciute. Pisa, eccetto che per i suoi gioielli come Piazza dei Miracoli, Fondazione Pisa, Palazzo Blu, Scuola Sant’Anna e Scuola Normale, Ospedale e Università, fa parlare di sé solo per scandali quotidiani che riguardano immigrati, criminalità, abusi, opere inutili e costosissime, come il People Mover, e beni culturali in pericolo, sfregiati e marcescenti. Noi vogliamo cambiare tutto, noi vogliamo stravolgere questo sistema di potere che ha creato una cappa soffocante, noi vogliamo archiviare la politica del cerchio magico e riportare meritocrazia e competenza nei ruoli chiave, dalla macchina comunale alle aziende partecipate. Noi vogliamo restituire ai pisani il sorriso e l’orgoglio di vivere in una città a misura d’uomo e dalla qualità della vita elevata, una gemma della Toscana competitiva con le altre città che la scellerata politica regionale targata Pd ha favorito a scapito di Pisa, complice l’assenza di spina dorsale da parte di chi ci ha amministrato sinora". "Noi invece siamo liberi e rispondiamo soltanto ai pisani e ai loro interessi. La nostra politica è l’ascolto e la risoluzione dei problemi. Invitiamo tutti i pisani a dare fiducia al progetto del Centrodestra che in altre città della Toscana si sta rivelando positivo e rivoluzionario. Noi - conclude il candidato di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia - Noi Adesso Pisa - siamo l'unico voto utile per Pisa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento