Elezioni comunali 2018

Elezioni comunali, a tu per tu con Ciccio Auletta: "Una città più giusta è una città più sicura"

Il candidato della coalizione di sinistra ha risposto ad alcune domande in vista delle elezioni del 10 giugno

Francesco 'Ciccio' Auletta, giornalista free-lance, è il candidato a sindaco della coalizione della sinistra composta da Una città in comune-Rifondazione Comunista-Possibile. Un presente da consigliere comunale nelle file dell'opposizione, un passato (assai recente) da militante nei movimenti cittadini per gli spazi sociali e la pace.

Auletta, quali sono le motivazioni che l’hanno portata a candidarsi a sindaco?

"Vi è bisogno di un cambio radicale a Palazzo Gambacorti, riportando al centro le cittadine e i cittadini, i loro diritti e i loro bisogni: casa, lavoro, sanità, educazione, ambiente. Vogliamo rompere con il sistema di potere del Pd pisano che ha avuto come ultimo esito l'avanzata della peggiore destra". 

Quali sono i problemi principali del Comune? Cosa in questi anni secondo lei non è stato fatto per Pisa?

"Il governo della nostra città è stato per decenni nelle mani di pochi a svantaggio di molti. Non è stato fatto pressoché nulla per arginare la crisi economica e lavorativa che ha colpito soprattutto i ceti meno abbienti. Il divario sociale è 'il' problema che attanaglia Pisa, la vera ragione di quella mancata sicurezza che in tanti percepiscono".

Quali sono i punti salienti, le priorità del suo programma elettorale?

"Un modello di amministrazione differente basato sulla partecipazione e la trasparenza e non come esercizio di un potere vuoto. Affrontare l'emergenza abitativa, politiche per un lavoro di qualità, il riuso del patrimonio pubblico e privato, una città che metta al centro la cultura e l'accoglienza: il nostro programma sono i diritti inalienabili di tutte e di tutti".

Il tema sicurezza è molto sentito in città: qual è la sua ‘ricetta’ in merito?

"Sconfiggere la povertà, eliminare le ingiustizie e disuguaglianze. Una città più giusta è una città più sicura. Una città viva e frequentata nelle sue periferie oggi abbandonate a se stesse è una città più sicura".

Quale percentuale di voti si sente di poter raggiungere in queste Amministrative?

"Non ci poniamo il problema. Siamo noi l'unica vera alternativa al fallimento del centrosinistra, e all'avanzata di tutte le destre, anche quelle che si mascherano da democrazia 2.0".

Perché i cittadini dovrebbero votarla?

"Perché siamo gli unici che vogliamo applicare quanto scritto nella nostra Costituzione. Lo dicono i nostri anni all'opposizione, lo dice il nostro programma. Con noi Pisa può diventare un laboratorio politico per un nuovo municipalismo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, a tu per tu con Ciccio Auletta: "Una città più giusta è una città più sicura"

PisaToday è in caricamento