Elezioni comunali 2018 Centro Storico

Cultura, l'idea dei candidati Olivia Picchi e Fabiano Martinelli: "Un piano regolatore della cultura e cabina di regia con i protagonisti del settore"

Sono alcune delle proposte emerse dal partecipato incontro con i due candidati Pd al Consiglio comunale: "Massima attenzione alle richieste degli operatori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Molto partecipato il dibattito sul tema "Cultura, sviluppo e rigenerazione urbana", organizzato all'Arsenale 2, al quale sono intervenuti i due candidati nelle file del PD al consiglio comunale Olivia Picchi e Fabiano Martinelli (per le elezioni comunali del 10 giugno) e gli assessori alla Cultura Andrea Ferrante e all'Urbanistica Ylenia Zambito. Ha moderato il giornalista Alessandro Turini. Alla presenza di cittadini e operatori, la discussione ha evidenziato la centralità della cultura nello sviluppo e nella coesione della comunità, come confermato dalle priorità del programma di governo di Andrea Serfogli. A chi da destra afferma che "con la cultura non si mangia" è stato contrapposto lo slogan “con la cultura si vive”. Particolare attenzione è stata posta sui progetti di riqualificazione urbana realizzati e progettati e sulla spinta all’economia del territorio data dal comparto culturale, non solo nell’ambito turistico. Gli assessori Ferrante e Zabito hanno dichiarato loro sostegno a Picchi e Martinelli, «candidati giovani, ma già di grande esperienza e capacità dimostrate». Fra le proposte emerse è stata lanciata l'idea di un piano regolatore della cultura da costruire con metodo partecipativo. Proseguire poi nei progetti frutto di collaborazione fra istituzioni, valorizzare di più il patrimonio culturale cittadino, anche immateriale, ricorrendo anche a protocolli di intesa che diano vita ad una cabina di regia con associazioni, operatori ed enti, per aprire e rendere fruibili spazi e luoghi della città. Un cabina di regia tra questi soggetti, con il contributo di esperti esterni, sarebbe di grande aiuto per un efficace lavoro. Mettere in rete i soggetti interessati può essere molto utile anche per ottenere importanti finanziamenti. Gli operatori culturali hanno poi presentato una riflessione in dieci punti sulle politiche culturali in città, proponendo l'istituzione di un tavolo di indirizzo comunale aperto alle realtà del territorio. Fra gli impegni espressi da Martinelli e Picchi, in caso di elezione, il sostegno attivo alle richieste avanzate dagli operatori culturali ponendo massima attenzione ad ogni proposta tesa a migliorare l'offerta culturale della nostra città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, l'idea dei candidati Olivia Picchi e Fabiano Martinelli: "Un piano regolatore della cultura e cabina di regia con i protagonisti del settore"

PisaToday è in caricamento