Cultura e turismo, Conti: "Regia unica con la Fondazione Pisa"

Il candidato del centrodestra vuole promuovere il coordinamento fra enti per programmazioni di lungo periodo, sfruttando la capacità progettuale dell'istituto

"Cultura e turismo, più programmazione e meno protagonismi". Michele Conti, il candidato sindaco del centrodestra, attacca l'amministrazione uscente e rilancia le sue idee di riorganizzazione per la città: "Troppe mancanze e negligenze, sinora, hanno pesato sulle politiche culturali di Pisa, prive di programmazione e in balia del protagonismo dei piccoli assessori di turno, che continuamente lanciano proclami senza però avere quasi mai riscontro nei risultati delle azioni proposte, rivelatesi frutto di piccole convenienze e o di aspirazioni personali”.

"Le poche risorse a disposizione, spesso frastagliate tra diversi enti e la mancanza di una capacità progettuale, non hanno permesso in questi anni di conseguire risultati apprezzabili. C'è una risorsa per la città, cioè la Fondazione Pisa che, in tutte le sue articolazioni, è capace di organizzare manifestazioni e iniziative di altissimo livello. Noi vogliamo partire da questa positiva esperienza affinché la Fondazione Pisa o una fondazione che sia ad essa collegata possa diventare il cuore della cultura e del turismo nella nostra città, estendendo la sua capacità progettuale a favore anche del turismo. Le Università, la Camera di Commercio, le organizzazioni di categoria e tutti i soggetti coinvolti potranno trovare così finalmente una regia e una condivisione con il Comune e, oltre a raccogliere e individuare le risorse economiche necessarie, potranno essere definite linee guida pluriennali e monitorata l'attuazione. Non si può più continuare a inventare giorno per giorno. Le politiche culturali e turistiche devono essere almeno biennali, controllate e sottratte a improvvisati manager del turismo e della cultura. Il Comune di Pisa da me guidato si farà perciò carico di promuovere la condivisione fra enti e associazioni attraverso un organismo che porti a un salto di qualità con il contributo professionale di tutta la città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Fra le nostre proposte per promuovere una cultura della qualità in senso lato e valorizzando le risorse del nostro territorio - aggiunge Conti - c'è l'idea di un Festival sul Litorale. Sul fronte del turismo, individueremo aree idonee per concerti, festival ed eventi di grande richiamo di pubblico, che abbiano una buona viabilità di accesso, ricettività di parcheggio e che siano raggiungibili con i mezzi pubblici come: Ospedaletto, dove prevediamo la riqualificazione e il miglior utilizzo dell'area già presente; Tombolo, nell'area vicina alla Stazione Ferroviaria; Parco di San Rossore, con preventiva verifica assieme all'Ente Parco. Sul fronte culturale, vogliamo valorizzare il nostro ricchissimo patrimonio storico-artistico e naturalistico, con il contributo delle nostre Università e delle associazioni cittadine, attraverso una programmazione seria che non può prescindere dalla proposizione di progetti di qualità per i quali ci attiveremo nella ricerca di risorse".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento