Elezioni comunali 2018

Verso il ballottaggio, Conti: "Giù le tasse dal 2019 e pacificazione fiscale"

Sono le due proposte lanciate giovedì dal candidato sindaco del centrodestra

L'abbassamento delle tasse comunali a partire dal 2019 e la pacificazione fiscale per tutti coloro che hanno debiti nei confronti del Comune inferiori ai 100mila euro. Sono le due proposte lanciate ieri, giovedì 22 giugno, dal candidato sindaco del centrodestra, Michele Conti, nel corso di una conferenza stampa convocata nel suo comitato elettorale. "Visti i bilanci positivi del Comune di Pisa - ha spiegato Conti - ottenuti vessando per anni i cittadini pensiamo che ci siano le condizioni per abbassare le tasse comunali a partire dal 2019. E' una misura che stiamo studiando in questi giorni frutto di una scelta politica chiara".

Conti, sulla linea  di quanto proposto a livello nazionale dalla Lega di Salvini, starebbe pensando anche ad una pacificazione fiscale locale per tutti quei cittadini e aziende che hanno debiti nei confronti del Comune inferiore ai 100mila euro. "Se lo fa il Governo - ha affermato Conti - possiamo farlo anche noi. Si tratta di una misura di equità perchè se il èrovvedimento passasse a livello nazionale i cittadini pisani non potrebbero avvalersene in quanto non è Equitalia l'ente gestore e riscossore dei tributi, ma la Sepi. Invece un cittadino di San Giuliano Terme, ad esempio, potrebbe tranquillamente godere di questa misura. La nostra proposta vuole quindi impedire che si creino cittadini di serie A e di serie B".

Secondo Conti si tratterebbe inoltre di una misura "che non andrebbe a favorire evasori e speculatori, ma semplicemente quei i commercianti e quelle piccole imprese che nel corso degli anni non ce l'hanno fatta a pagare le tasse, anche a causa della crisi". Il candidato sindaco del centrodestra ci tiene poi a fare alcune precisazioni. "Ci hanno detto di tutto - conclude Conti - e dipinto addosso l'immagine di persone che non hanno un programma o un'idea di città. Voglio ribadire il fatto che il centrodestra e la Lega governano Lombardia e Veneto, le due più importanti regioni d'Italia, e lo fanno bene. Rappresentiamo una forza di cambiamento vero per questa città. Non siamo qui per sostituire un gruppo di potere con un altro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso il ballottaggio, Conti: "Giù le tasse dal 2019 e pacificazione fiscale"

PisaToday è in caricamento