Nuovo distributore a Cisanello, Conti: "Ce ne sono altri a pochi metri, cittadini inascoltati"

Il candidato della coalizione di centrodestra ha ascoltato i disagi dei residenti e ha manifestato l'intenzione di fare chiarezza sulla costruzione dell'impianto

“Nuovo distributore a Cisanello, come al solito ignorati i residenti e cancellata un’area verde. Inquinamento, disagi e danni alla salute ed economici per i proprietari delle case”. Michele Conti, il candidato sindaco del centrodestra, annuncia la volontà di fare chiarezza sull'avvenuta costruzione di un nuovo distributore di benzina a ridosso dei palazzi di via Campania, a Cisanello. 

Lunedì sera, 21 maggio, nel tour dei quartieri, insieme ai candidati di Fratelli d’Italia-Noi Adesso Pisa, Filippo Bedini e Serena Luperini, si è soffermato sul problema sollevato dagli abitanti di questa zona: “E’ clamoroso - spiega - che sia stato autorizzato l’ennesimo distributore quando, a pochissimi metri di distanza, ne esistono altri. Ancora più clamoroso è il fatto che questo distributore, entrato in funzione nello scorso agosto, che i residenti mi dicono essere nato a tempo record in due mesi, e contro il quale si erano opposti trovando in Serfogli e Filippeschi il solito finto ascolto, è troppo vicino alle case e secondo noi pericoloso, per la presenza non solo di benzina ma anche di gpl. Vogliamo vederci chiaro. Chi e come ha concesso le autorizzazioni? - chiede Conti - dov'è l'attenzione all'ambiente e alla salute propagandata dal Pd? Ho già richiesto ai residenti la documentazione in loro possesso e mi sono impegnato con loro per conoscere in primo luogo la verità su questa vicenda. È evidente che questa zona non ha bisogno dell’ennesimo distributore per la cui costruzione, fra l’altro, è stata cancellata un’area che era prevista a verde pubblico quando i residenti acquistarono i loro appartamenti. Adesso i loro problemi si sono moltiplicati e riguardano in primo luogo la salute, a causa dell’inquinamento dell’aria prodotto non solo dal distributore, ma anche dallo smog a cui alberi e verde facevano barriera sino a un anno fa”.

"Mesi fa abbiamo rappresentato la situazione a Serfogli - hanno raccontato a Conti alcuni abitanti di via Campania - ci ha detto che avrebbe provveduto subito, ha fatto qualche telefonata, forse per tenerci buoni, ma alla fine non ha risolto la situazione. Ci sentiamo presi in giro". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come al solito, questa amministrazione, con Serfogli in testa, fa le cose a caso, promette e non mantiene la parola, finge di interessarsi ai residenti ma in realtà li prende in giro. O sono incapaci o sono in malafede, o entrambe le cose” concludono Conti, Bedini e Luperini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

Torna su
PisaToday è in caricamento