Elezioni comunali 2020

Appuntamento nei circoli per il candidato leghista Cosentini, ma l'Arci dice no

Dirette le parole del Comitato Arci Pisa: "Nessuno dei candidati della destra può svolgere i propri comizi nei nostri luoghi". La replica di Cosentini: "Dispiace quando si alzano muri"

L'Arci dice un secco 'no' alle tappe della campagna elettorale del candidato sindaco a Cascina per la Lega Leonardo Cosentini in alcuni circoli. Cosentini aveva infatti promosso per i prossimi giorni di settembre incontri al Circolo Arci San Prospero, Laiano e Sant'Anna. Ma dal Comitato Arci di Pisa arriva l'alt.
"Come Arci Pisa, ci siamo subito affrettati a capire quale fosse la reale situazione e perché fossero previsti questi incontri nei nostri spazi associativi. Non di rado alcuni nostri circoli, soprattutto quelli situati in zone dove rappresentano i soli, se non gli unici, punti di riferimento, ricevono richieste per la realizzazione di incontri di vario genere: la disponibilità dei nostri circoli viene però spesso tradita dalla mancanza di chiarezza con cui vengono fatte alcune richieste - sottolineano dal Comitato Arci Pisa - ci teniamo quindi a ribadire la nostra posizione: nessuno dei candidati della destra può svolgere i propri comizi nei nostri luoghi, in quanto portatori di una linea politica dichiaratamente in contrasto con i nostri valori statutari ed associativi".
"Per questo motivo abbiamo comunicato al candidato sindaco della Lega, attraverso i nostri circoli coinvolti, l'annullamento delle sue date all'interno dei nostri spazi, oltre alla richiesta di rimozione delle stesse dal manifesto pubblicitario - affermano da Arci - vogliamo anzi ringraziare quei circoli che, loro malgrado, si sono trovati ad essere protagonisti di questa spiacevole situazione e hanno prontamente bloccato le iniziative in questione: circoli che ogni giorno lavorano con passione e dedizione per promuovere cultura, socialità e aggregazione, soprattutto in un momento storico così difficile. Ringraziamo anche tante e tanti di voi che ci avete scritto e chiamato, rafforzando la consapevolezza che Arci vuol dire comunità. E, in una comunità, ognuno si prende cura l'uno dell'altro".
"I valori che animano la nostra associazione sono fondati sulla solidarietà, l'accoglienza, l'antirazzismo e l'antifascismo - concludono dal Comitato Arci Pisa - per questo ci stupisce che coloro che propagandano l'opposto, che ignorano le nostre basi associative, che non hanno messo in campo nessuna politica a sostegno delle nostre comunità, oggi elemosinino la presenza nei nostri luoghi".

Sul diniego Arci arriva la replica del candidato Cosentini: “Il confronto e la conoscenza diretta arricchiscono sempre. Sono la base per prendere decisioni ponderate e non calate dall’alto. L’ascolto ed il rispetto sono i principi fondamentali sui quali è fondato da sempre l’impegno che metto a servizio della mia comunità. Che altro dire? Dispiace quando, al contrario, si alzano muri e si impedisce ai cittadini di poter conoscere il pensiero degli altri. Io in tutta la mia vita non credo di aver mai alzato muri, non credo di aver mai portato i toni del confronto all’eccesso e soprattutto ho sempre rispettato tutti nelle idee e nei valori, anche i miei avversari politici. Io non cambierò”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appuntamento nei circoli per il candidato leghista Cosentini, ma l'Arci dice no

PisaToday è in caricamento