Elezioni comunali 2023

Elezioni, Conti al ballottaggio per 15 voti e Martinelli suona la carica

Un primo turno deciso al fotofinish con il sindaco uscente che dovrà giocarsi la riconferma al ballottaggio. E il centrosinistra spera nel ribaltone

Un risultato in bilico fino all'ultimo. Solamente a notte fonda, con i voti delle ultime sezioni, arriva un verdetto che, soprattutto per l'andamento del voto, con il candidato sindaco Michele Conti sopra il 50% per buona parte dello scrutinio, e per quella percentuale di preferenze (49,96%) così vicina alla meta, lascia inevitabilmente l'amaro in bocca alla coalizione di centrodestra e rincuora invece il centrosinistra che ora crede più che mai nella possibilità del ribaltone per tornare a governare la città della Torre dopo la vittoria storica del centrodestra nel 2018.

Sarebbero bastati 20.106 voti a Michele Conti per passare al primo turno ed evitare il ballottaggio, invece si è fermato a 20.091, quindici voti mancanti all'appello che sanno di beffa e che fanno inevitabilmente sorridere il centrosinistra.
Preferenze primo turno Pisa 2023

"Mesi fa ci dicevano che era impossibile e invece è accaduto: andremo al ballottaggio - scrive via social Paolo Martinelli - l'amministrazione Conti non è stata scelta da una larga maggioranza dei cittadini pisani, tra chi ha scelto di non votare e chi ha votato candidati alternativi all'attuale sindaco. La partita è aperta e la giocheremo fino in fondo, chiamando alla partecipazione e al voto tutti i pisani, la maggioranza, che hanno di Pisa un'idea diversa. Più moderna, aperta, solidale. Da domani in tutte le strade, in tutte le piazze. VAMOS!" conclude il candidato del centrosinistra che suona la carica sperando magari in una partecipazione maggiore al voto, visto che al primo turno solo il 56,43% degli aventi diritto si è recato alle urne per scegliere chi governerà la città per i prossimi cinque anni.
"Andare al ballottaggio era il nostro primo obiettivo e grazie a Paolo Martinelli e a tutte le forze della coalizione di centrosinistra lo abbiamo raggiunto! Il 28 e 29 maggio ripartiremo zero a zero e ci aspettano due settimane in cui proveremo a rendere possibile ciò che, anche ieri, sembrava impossibile. Andremo casa per casa e strada per strada per chiedere la fiducia alle tante persone che al primo turno non hanno partecipato al voto o hanno scelto altri candidati e, tutti insieme, moltiplicheremo gli sforzi per dare a Pisa un futuro all'altezza della sua storia" afferma Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, in un post su Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Conti al ballottaggio per 15 voti e Martinelli suona la carica
PisaToday è in caricamento