rotate-mobile
Elezioni comunali 2023

"Il sindaco Conti si fa campagna elettorale con i soldi del Comune"

Il capogruppo Pd Matteo Trapani critica le iniziative dell'amministrazione in tema comunicazione, fra cui le installazioni in Logge di Banchi delle 'Cartoline dal Futuro'

Il capogruppo Pd Matteo Trapani attacca l'amministrazione pisana sulla comunicazione istituzionale, votata secondo lui, a spese della collettività, a dare risalto al primo cittadino e agli alleati politici in vista delle prossime elezioni comunali. Fra le iniziative a cui fa riferimento ci sono anche le 'Cartoline dal Futuro' in Logge di Banchi inaugurate ieri 11 marzo. 

"Da qui al 30 marzo - scrive in una nota - quando non sarà più possibile per legge da parte del Comune fare comunicazione, il sindaco Conti ha deciso di farsi pagare parte della campagna elettorale dai cittadini pisani. Sono, infatti, svariate migliaia di euro quelle che il Comune ha speso, come si evince dagli atti richiesti e in nostro possesso, per produrre video dove il sindaco spiega le cose che ha fatto o che vorrebbe fare. Video che non hanno il fine di mostrare Pisa al mondo per attrarne turismo, ma solamente quello di realizzare lunghe interviste al sindaco da campagna elettorale. Tutto accompagnato da una mostra di cartelli propagandistici a due mesi dalle elezioni, pagati anch’essi con i soldi dei cittadini ed elettori. Si parla poi, in molti casi, di interventi addirittura da fare, alludendo al futuro proprio un messaggio elettorale. I video realizzati, pagati dal Comune di Pisa, sono stati poi pubblicati sui social personali del sindaco, trasmessi e condivisi sui social della lista civica che appoggia Conti".

"Nel dicembre 2022, in particolare, Conti pubblicava uno dei video pagati da tutti noi sulla sua pagina mettendo come motto proprio il nome della sua lista civica che prontamente ricondivideva i video. Video, quindi, come dimostra lo stesso utilizzo che ne fa il sindaco, che rappresentano pura propaganda elettorale e non hanno nulla di istituzionale. Come poco di istituzionale hanno le riviste, sempre pagate a suon di migliaia di euro dal Comune, inviate in questi ultimi anni a tutti i cittadini dove ogni assessore aveva il suo spazio per fare promozione di sé e addirittura i gruppi consiliari potevano scriverci facendo politica. Lo stesso titolo della rivista compare in numerosi annunci elettorali e post proprio di Conti. Così tra stampe, video, allestimenti, pubblicazioni e diffusione sono i cittadini pisani a pagare decine di migliaia di euro".

"I soldi pubblici - prosegue Trapani - non possono essere spesi così e per questo facciamo appello a tutte le istituzioni, a partire dal prefetto, affinché metta un freno a questa mancanza di rispetto delle basilari regole di una campagna elettorale, oltre che agli organi, interni ed esterni, preposti al controllo dell'utilizzo dei fondi pubblici che, in questo caso, sono stati utilizzati per meri interventi di propaganda che non rappresentano nemmeno la realtà, proprio in un momento dove lo stesso comune taglia servizi e voci di spesa e sempre più persone non arrivano a fine mese. Non è un caso, infatti, se a vedere le foto del comizio tenuto ieri alle Logge di Banchi dal sindaco uscente, non si notano cittadini ma solamente consiglieri di maggioranza o esponenti dei partiti e delle liste di destra che lo sostengono. Come finale di questa amministrazione di destra non potevamo aspettarci di meglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il sindaco Conti si fa campagna elettorale con i soldi del Comune"

PisaToday è in caricamento